Sanità, anche a Montese una Casa della Salute tutta nuova

Protocollo di intesa tra Ausl e Comune per la realizzazione della struttura. Un milione di euro di investimento "per avvicinare la sanità ai cittadini"

La rete delle Case della Salute della provincia di Modena si amplia con una nuova struttura a Montese: è stato infatti recentemente approvato da Azienda USL di Modena e Comune di Montese il testo del protocollo di intesa per la sua realizzazione. Un milione di euro l’investimento complessivo, di cui 750mila euro da fondi Ausl e 250mila a carico del Comune. L’opera sorgerà in via Panoramica, in un’area di circa 450 mq di proprietà dell’amministrazione locale, a pochi metri dallo stabile che oggi ospita il Poliambulatorio e le sedi di diverse associazioni di volontariato.

La nuova struttura, che si svilupperà su tre piani, di cui due dedicati alla Casa della Salute, ospiterà i servizi sanitari già oggi garantiti sul territorio comunale (Punto prelievi, ambulatorio infermieristico, Consultorio familiare, pediatria di comunità, ambulatori specialistici, Centro di salute mentale adulti, continuità assistenziale e assistenza domiciliare infermieristica), oltre agli studi dei Medici di medicina generale e del Pediatra di libera scelta.

La nuova Casa della Salute permetterà di sviluppare percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali (PDTA) per le principali patologie croniche, basati su un approccio multidisciplinare, integrato con il settore sociale, il volontariato e la comunità, per offrire una risposta sempre più adeguata e vicina ai bisogni di salute dei cittadini. L’obiettivo prioritario, condiviso con il Comune, è costituire per i cittadini un punto di riferimento sanitario e socio-sanitario unico, visibile e accogliente, che garantisca sulle 24 ore una risposta competente e adeguata a quei bisogni di salute che non richiedono il ricorso all’ospedale. Allo stesso tempo, sarà possibile offrire percorsi di centralizzazione verso gli altri punti della rete sanitaria provinciale, per indirizzare i cittadini nel luogo più adeguato in base al bisogno di assistenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

  • Cadavere accanto all'auto ribaltata nel bosco, sarebbe la barista scomparsa

Torna su
ModenaToday è in caricamento