"Una mappa online di argini e cantieri", la proposta del Comitato a sei anni dall'alluvione

ArginiaMO e i sindaci dei comuni della bassa hanno incontrato il presidente della Provincia e avanzato il progetto di monitoraggio locale di ogni tratto di Secchia e Panaro

Era proprio domenica, sei anni fa, quando l'argine del Secchia a San Matteo cedette, allagando chilometri e chilometri di campagne (e paesi) a nord di Modena. Sei anni dopo il ricordo di quella calamità - costata la vita ad una persona, Oberdan Salvioli - è ancora vivido e le conseguenze in termini di sicurezza idraulica del territorio sono lungi dall'essere state affrontate in maniera completa. Basti pensare che una fetta importante degli stanziamenti economici per le opere lungo i fiumi sono ancora fermi sulla carta.

Tra chi si batte per un miglioramento delle condizioni di sicurezza idrogeologica c'è anche il comitato ArginiaMO, il quale ha lanciato un progetto interessante, denominato Board Transparency River. Questo secondo progetto è teso alla creazione da parte degli enti di competenza di un semplice portale internet in cui i tutti i cittadini potranno identificare in maniera intuitiva ed immediata qualsiasi punto del tracciato idraulico, vederne la situazione idrogeologica, la presenza di eventuali cantieri, prendere conoscenza dei lavori programmati, del loro stato di avanzamento, di chi è il responsabile, del costo dell’intervento e della tempistica, compresi eventuali ritardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto i rappresentanti del Comitato e i referenti delle amministrazioni comunali dei comuni frontalieri di Secchia e Panaro - Bastiglia, Bomporto, Campogalliano, Camposanto, Carpi, Cavezzo, Concordia s/Secchia, Finale Emilia, Medolla, Modena, Novi di Modena, Ravarino, San Felice s/Panaro, San Possidonio, San Prospero e Soliera - hanno incontrato mercoledì 15 il presidente della Provincia Gian Domenico Tomei per fare il punto della situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento