Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Appennino, i doppi turni scolastici e i trasporti mettono in crisi le famiglie

Nel Frignano si amplificano le difficoltà legate alla nuova turnazione. Gli studenti: "Alcuni rientreranno a casa alle 18. Vi sembra giusto?"

"Mostro il mio sgomento nei confronti di ciò che sta accadendo nelle scuole del Frignano, territorio vasto e non tutelato a livello scolastico". E' il messaggio che sta rimbalzando sui social di studenti e famiglie dell'Appennno modenese. Lo "sgomento" è riferito alla nuova organizzazione delle lezioni scolastiche alle superiori, così come approvata nelle scorse ore e alla conseguente rimodulazione del trasporto pubblico.

Nel messaggio - una sorta di lettera aperta redatta da studenti - si legge nello specifico: "Domenica sera è arrivata la notizia che saremo costretti ad adeguarci alle decisioni dei poteri alti riguardanti i trasporti e gli orari scolastici. Due volte alla settimana dovremo fare lezione dalle 10:00 alle 15:00, vi sembrerà una sciocchezza ma molti di noi vengono da paesi fuori Pavullo e non saranno a casa se non prima di un'ora/un'ora e trenta. Se dovessimo ritardare un secondo in più a lezione e perdere la corriera arriveremo a casa verso le 18:00, poi dobbiamo studiare, cenare e magari prenderci un po' di tempo per noi stessi. Ma gli sport, le passioni, la famiglia e gli amici? 
Inoltre questa mattina siamo venuti a conoscenza del fatto che hanno tolto le corse delle corriere alle 13:40 costringendoci così a rimanere a Pavullo fino alla corriera successiva delle 15:10 quando usciamo alle 13:30. Abbiamo chiesto alla scuola come ci dobbiamo comportare e ci hanno risposto che non ne hanno colpa loro e ci hanno dato un modulo per uscire alle 13:00 per prendere la corriera dalle 13:10, ma rimane il fatto che così perderemo mezz'ora di lezione al giorno e non sarà nemmeno giustificata. Ah giusto, così accadrà anche i giorni che dovremmo uscire alle 15:30 poiché la corriera successiva è alle 17:00. La giustificazione riportata sul documento dei nuovi orari proviene dalla provincia, ed è che questa è una sperimentazione per l'anno prossimo".

E' chiaro che la turnazione impone un cambio molto importante nell'organizzazione quotidiana di molte famiglie e altrettanto chiaro che un territorio come quello dell'Appennino amplifica per sua stessa natura le difficoltà relative agli spostamenti, anche se alcune situazioni in pianura non sono certo meno disagevoli.

Da qui lo sfogo degli studenti: "Più di quanto a voi "adulti" sembra, noi a scuola veniamo con piacere (è vero ogni tanto ci lamentiamo, ma voi non lo fate mai del vostro lavoro?). È qua che cresciamo, abbiamo degli amici, ci divertiamo ed impariamo. Non vi sembra che la scuola sia un posto dove stare bene, senza pensare a problemi di trasporto, di come pranzare, di dove aspettare due ore una corriera e tutti i disagi che ci sono da domenica sera? Noi l'unica ansia che vorremmo per la scuola è quella delle interrogazioni e delle verifiche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appennino, i doppi turni scolastici e i trasporti mettono in crisi le famiglie

ModenaToday è in caricamento