menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nonantola alluvionata, inizia la pulizia. Scuole chiuse fino al 12 dicembre

Soccorritori e volontari al lavoro. Protezione Civile in supporto da Lombardia e Piemonte. Piano straordinario per lo smaltimento dei rifiuti

E’ iniziata questa mattina a Nonantola l’attività di pulizia delle strade e dei cortili coinvolti dall’esondazione del Panaro. L’operazione delle Colonne Mobili delle Regioni coordinate dai relativi funzionari coinvolge 34 volontari della Protezione Civile giunti dal Piemonte con 17 mezzi, 88 volontari arrivati dalla Lombardia, 80 volontari dal Veneto e circa 10 squadre provenienti dall’Emilia Romagna (circa 10 squadre). Ai cittadini viene richiesto di essere presenti fino alle 17 per consentire l’accesso dei volontari nelle abitazioni. 

Inoltre è iniziata anche la conta dei danni provocati dal corso d’acqua che ha coinvolto Nonantola. Al fine di documentare la situazione il Comune ha invitato i cittadini ha munirsi di materiale fotografico. 

Per quanto riguarda invece la scuola, sono sospese tutte le attività - compresi nidi e istituto paritario - fino sabato 12 dicembre 2020. 

E’ stato istituito  un numero di cellulare provvisorio per segnalazioni guasti ENEL esclusivamente per i cittadini di Nonantola. Il numero è 328 0424679. Inoltre è sempre attivo il numero  verde 803500

Lo smaltimento dei rifiuti

È stato inoltre predisposto un piano straordinario di raccolta rifiuti condiviso con la Protezione Civile e l’Amministrazione Comunale. I tecnici sono al lavoro con autospurghi e lavastrade per predisporre la successiva fase di raccolta delle masserizie. L’intervento proseguirà nei prossimi giorni man mano che le aree saranno liberate dai ristagni di acqua.

Sono stati ampliati gli orari di apertura del Centro di raccolta di via Valluzza che resterà aperto dal 8/12/2020 al 20/12/20 compreso, tutti i giorni (compreso la giornata di martedì 8 dicembre e le domeniche fino al 20 dicembre), con orario continuato dalle 8.00 alle 16.00 per ricevere RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e altri ingombranti. È stata predisposta una raccolta stradale di ingombranti (mobilio, suppellettili, arredamenti), elettrodomestici e dell’indifferenziato da esporre in sacchi.

Alluvione, chiesto lo stato di emergenza. La Regione vuole da Aipo una commissione d'inchiesta

I cittadini potranno depositare i materiali derivanti dallo sgombero dei locali invasi dall’acqua in prossimità delle proprie abitazioni, in luoghi raggiungibili dagli automezzi, avendo cura di non intralciare la circolazione stradale. Per agevolare e rendere più veloci le operazioni di raccolta è opportuno accumulare il più possibile il materiale evitando piccoli cumuli. In caso di necessità è possibile richiedere, presso il centro di raccolta,  dei sacchi per facilitare la raccolta domiciliare. Si ricorda comunque che gli elettrodomestici e i RAEE vanno sempre conferiti separatamente.

La raccolta domiciliare sarà attiva per tutte le abitazioni delle zone residenziali, mentre per le case isolate nelle campagne è necessario prenotare il servizio di raccolta degli ingombranti, telefonando da mercoledì 9 dicembre al numero 331.1370881 dal lunedì al giovedì dalle 8.45 alle 12.45 e dalle 14.00 alle 16.30 e il venerdì dalle 8.45 alle 12.45.

Resta l'allerta arancione per fiumi e piogge, argini ancora presidiati

Alluvione, la Charitas diocesana attiva un conto corrente solidale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento