menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nonantola, genitori in campo per la pulizia delle scuole. Oggi visita dell'assessore

Contributo importante delle famiglie per garantire la ripartenza in condizioni salubri il prossimo gennaio. Salomoni: "La volontà e la tenacia di questa comunità sono state esemplari"

Tutti al lavoro a Nonantola per riaprire le scuole il prossimo 7 gennaio, chiuse non solo per il covid ma anche a seguito dell'esondazione del fiume Panaro di inizio dicembre. E oltre ai volontari di Protezione civile, sono al lavoro gli stessi genitori degli alunni per poter raggiungere gli obiettivi in tempo. Tanto il lavoro da fare: dalla pulizia degli arredi a quella dei locali, per i quali dovrà poi essere verificato lo stato di salubrità prima dell'accesso dei bambini.

Oggi a Nonantola ha fatto un sopralluogo l'assessore regionale all'Istruzione, Paola Salomoni, che ha fatto visita alla scuola elementare Nascimbeni e alla scuola media Dante Alighieri, insieme al sindaco Federica Nannetti e al vicesindaco Enrico Piccinini. "La volontà e la tenacia di questa comunità sono state esemplari- rende omaggio l'assessore regionale- senza che nessuno li obbligasse, e quando ancora tutto il paese era in grave difficoltà, i genitori degli alunni e i volontari si sono impegnati in prima persona per garantire la pulizia delle classi, letteralmente liberando i banchi dal fango, e si sono offerti di continuare questi interventi anche durante le feste. Perchè per tutti è stato chiaro fin da subito che dai più piccoli e dalla scuola bisognava ripartire, come ogni volta che si vuole ritornare alla normalità il prima possibile".

Salomoni plaude i cittadini. "L'obiettivo di questi genitori, che non smettero' mai di ringraziare, è anche il nostro- prosegue- e stiamo facendo di tutto per sostenerli, sia grazie agli aiuti concreti che la Regione sta stanziando per queste zone colpite dal maltempo sia attraverso la massima disponibilità e supporto di tutti gli uffici tecnici dell'assessorato. Ogni sforzo è concentrato sul permettere agli studenti di tornare a fare lezione in aula a partire dal 7 gennaio, in attesa ovviamente delle autorizzazioni del Ministero a cui spetta l'ultima parola. Ho ribadito la disponibilità totale mia e della Regione Ente anche alla sindaca Nannetti e al suo vice Piccinini e sono sicura che con l'impegno congiunto degli enti e dei cittadini, come sempre accade in questa regione, le ragazze e i ragazzi torneranno al loro banco il prima possibile", conclude l'assessore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento