Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Qualità dei servizi, sondaggio tra i turisti in visita al sito Unesco

Da sabato 11 settembre, per quattro weekend, interviste ai turisti sull’esperienza di visita a Duomo, Ghirlandina e piazza Grande. La ricerca proseguirà con i cittadini

Raccogliere le valutazioni sull’esperienza della visita al Duomo, alla Ghirlandina e a piazza Grande, sui prodotti multimediali proposti, sulle modalità di gestione dei siti durante la pandemia e sulle aspettative per il futuro. Sono questi i principali obiettivi dell’indagine sul pubblico del Sito Unesco di Modena che prenderà il via sabato 11 settembre con la prima fase che coinvolge i turisti attraverso interviste sui luoghi di visita e che proseguirà nelle prossime settimane ascoltando anche i cittadini tramite interviste telefoniche e questionari on line.

L’indagine, che fa parte delle azioni della campagna di partecipazione “Io sono patrimonio dell’umanità” nell’ambito del Piano di gestione in vigore, segue quella già realizzata nel 2016 (pubblicata sul sito www.unesco.modena.it), ed è curata dal Coordinamento del Sito Unesco, dal Comune di Modena attraverso il servizio Promozione della città e turismo e dai Musei del Duomo di Modena e condotta da Poleis, società esperta in politiche partecipative e inclusive.

I risultati della ricerca permetteranno di confrontare le opinioni dei turisti con quelle dei modenesi e, allo stesso tempo, di riflettere su come la pandemia ha influito sulla percezione e la fruizione del patrimonio culturale. Proprio tenendo conto dell’emergenza ancora in corso, le interviste mantengono alcuni punti di contatto con quelle effettuate nel 2016, per favorire un’analisi a distanza di cinque anni, ma introducono temi nuovi legati, appunto, agli effetti della pandemia andando a sondare, per esempio, le opinioni sulla facilità delle prenotazioni, sulle informazioni rispetto alle modalità di accesso, sul rispetto delle norme anti Covid, ma anche sugli strumenti digitali a supporto della visita, sui contenuti multimediali e sul loro utilizzo per il futuro, e, infine, sulle aspettative per il futuro.

La prima fase dell’indagine, dedicata a turisti e visitatori del Sito Unesco, prevede di raggiungere circa 400 persone (un campione analogo all’edizione precedente) e si svolgerà nel corso di quattro fine settimana partendo da sabato 11 settembre e proseguendo fino alla fine del mese e poi nel weekend del 9 e 10 ottobre. Per le interviste saranno collocati tre banchetti davanti al sagrato del Duomo, alla porta della Pescheria e in piazza Grande, nei pressi della porta Regia. Nello stesso periodo, i turisti potranno partecipare all’indagine anche rispondendo al questionario accessibile attraverso il codice QR presente sulle cartoline in distribuzione nel sito.

Dall’ultima settimana di settembre e nel mese di ottobre, sarà la volta dei cittadini, intervistati telefonicamente (anche in questo caso sono previste circa 400 interviste) o contattati tramite e-mail con l’invito a compilare il questionario caricato su una piattaforma virtuale.

L’indagine si concluderà nel mese di novembre con l’analisi dei dati raccolti alla quale seguirà la presentazione di un report.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità dei servizi, sondaggio tra i turisti in visita al sito Unesco

ModenaToday è in caricamento