rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Attualità San Possidonio

Operazione salvataggio per gli asini di San Possidonio, raccolta fondi online

In un giorno già superato il prezzo minimo d'asta. L'associazione Horse Angels odv punta ad aggiudicarsi gli esemplari per evitarne il macello

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI MODENATODAY

Il caso dei 57 asini destinati ad un vendita fallimentare a San Possidonio ha fatto rapidamente il giro del web, suscitando interesse nel mondo animalista. C'è infatti la preoccupazione che 49 esemplari possano essere macellati da chi li acquisterà all'asta.

Horse Angels odv associazione riconosciuta per la tutela degli equini dal Ministero della Salute, ha lanciato un GoFundMe “Per poter partecipare all'asta giudiziaria e scongiurare quindi che gli asinelli finiscano in mani sbagliate. Gli asini non sono in una condizione di sofferenza e hanno ampia disponibilità di fieno. La soluzione ideale è che il proprietario se li tenga (con il nostro aiuto), per questo abbiamo concordato con lui questa raccolta fondi”. 

La generosità di molti utenti ha fatto sì che in neanche 24 ore si sia raggiunta una cifra di oltre 11mila euro, già di per sè superiore al pezzo minimo della vendita all'asta. 

“Se riusciremo a vincere l'asta giudiziaria, i fondi eventualmente in più raccolti andranno impiegati per castrare i maschietti, per volturare gli equini in anagrafe come non macellabili, per aiutare Daniele a inserirli in un progetto sociale per il quale gli asini possano almeno in parte automantenersi. Serve poi migliorare le recinzioni, se possibile trasferirli in un terreno più grande (di proprietà di Daniele) e tante piccole migliorie che si possono fare per rendere l'allevamento sostenibile nel tempo e improntato al benessere” spiegano dall’associazione. 

Intanto il caso arriva perfino in Regione. Silvia Piccinini, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, ha presentato un’interrogazione: “Il rischio è che questi splendidi esemplari, trattati come se fossero oggetti, siano acquistati da qualcuno che li destini alla macellazione – spiega Silvia Piccinini – Nei giorni scorsi è arrivato anche l’appello dell’organizzazione non governativa Oipa Italia Odv affinché qualcuno si faccia avanti per salvare gli asini ma la data dell’asta è sempre più vicina e bisogna assolutamente trovare una soluzione alternativa”.

Nella sua interrogazione la consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle ricorda come questi animali siano comunemente utilizzati anche nei progetti di Pet Therapy per dare sollievo e conforto a persone fragili e malate proprio per la loro indole molto docile e socievole. “Sarebbe davvero una crudeltà immane permettere che questi animali finiscano in un macello – aggiunge Silvia Piccinini - C’è bisogno di una mobilitazione, anche da parte delle istituzioni, affinché i 57 asini siano salvati e destinati ad altre attività. In questi anni, essendomi occupata molto di benessere animale e di Pet Therapy, ho potuto toccare con mano la grandissima utilità ai fini terapeutici, sociali e sanitari che questi esemplari possono rappresentare. Il tempo è veramente poco ma l’obiettivo comune deve essere quello di salvare tutti e 57 gli animali” conclude la capogruppo regionale M5S.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione salvataggio per gli asini di San Possidonio, raccolta fondi online

ModenaToday è in caricamento