Giovedì, 5 Agosto 2021
Attualità

Spilamberto alla prova della raccolta porta a porta, parte oggi il nuovo servizio

Dopo mesi di preparativi, incontri pubblici e punti informativi sul territorio, nel Comune del Balsamico vanno a regime le nuove modalità di servizio di raccolta dei rifiuti. Per i ritardatari sarà possibile ritirare il kit presso la stazione ecologica o l’eco sportello temporaneo di Vignola

È stato un percorso lungo e graduale quello che ha coinvolto cittadini e imprese di Spilamberto nell’avvicinamento alla nuova raccolta domiciliare che, da lunedì, prenderà ufficialmente il via. Un percorso fatto di incontri, dibattiti e infopoint, culminato con la presenza  in città dell’eco sportello temporaneo. Presso la tensostruttura allestita da Hera, la grande maggioranza di utenti si è recata per sciogliere gli ultimi dubbi e incertezze e ritirare il kit per la differenziata, che dalla prossima settimana diventa indispensabile. 

Sacchi gialli e azzurri, bidoncini per vetro, organico e, naturalmente, indifferenziato. Queste attrezzature individuali, fornite gratuitamente a tutti, sostituiranno i cassonetti, che a partire da lunedì saranno progressivamente rimossi, e consentiranno di avviare – da gennaio 2019 – la tariffazione puntuale. Fino a quella data, dunque per tutto il 2018, rimane invece in vigore la TARI. Nel frattempo, Hera sarà a fianco del Comune di Spilamberto per riuscire a gestire al meglio questo importante cambiamento.

Chi non avesse ancora ritirato il proprio kit può ancora farlo, semplicemente recandosi alla stazione ecologica di Spilamberto o rivolgendosi all’eco sportello di Vignola, che sarà aperto fino al 23 giugno. In entrambi i casi occorrerà avere con sé la lettera che era stata inviata a domicilio o una bolletta TARI.

La raccolta domiciliare contribuirà a migliorare la qualità della differenziata e ad innalzarne la quantità. Inoltre, grazie alla rimozione dei contenitori stradali, si prevede un miglioramento del decoro urbano, una diminuzione degli abbandoni e degli impropri conferimenti di rifiuti speciali, per i quali la normativa impone appositi canali di smaltimento. 

A tale riguardo si ricorda che per le imprese, i rifiuti interessati dalla nuova raccolta differenziata porta a porta sono quelli “assimilati” ai rifiuti domestici. Per i rifiuti “non assimilati”, come ad esempio i materiali di risulta dall’attività produttiva, nulla cambia: trattandosi infatti di cosiddetti “rifiuti speciali”, già da tempo ogni azienda deve provvedere al loro smaltimento attraverso fornitori specializzati e così rimarrà anche con l’inserimento del “porta a porta”.

Per ogni chiarimento e per eventuali richieste/segnalazioni, tanto i tecnici del Comune quanto quelli di Hera rimangono a disposizione dei cittadini e delle imprese, anche con un Servizio Clienti dedicato e gratuito (800.862.328), attivo dal lunedì al venerdì in orario 8-22, il sabato in orario 8-18.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spilamberto alla prova della raccolta porta a porta, parte oggi il nuovo servizio

ModenaToday è in caricamento