Attualità

Riapertura del Barchessone Vecchio, esordio positivo tra arte e ambiente

È stato un esordio più che positivo quello che ha caratterizzato la riapertura del Barchessone Vecchio di San Martino Spino unitamente all’avvio della 18° stagione di “Percorsi d’arte tra ambiente e tradizione”

È stato un esordio più che positivo quello che ha caratterizzato la riapertura del Barchessone Vecchio di San Martino Spino unitamente all’avvio della 18° stagione di “Percorsi d’arte tra ambiente e tradizione”.

Numerose infatti le persone come del resto le famiglie e i bambini che approfittando della bella giornata e della ricorrenza della festa della mamma, hanno scelto ieri le Valli mirandolesi, per passare un po’ di tempo all’aria aperta e godersi le attività appositamente organizzate.

Alle tante prenotazioni per partecipare agli eventi in programma, ha fatto seguito anche un buon numero di famiglie che hanno optato di trascorrere la domenica nel verde per un pic-nic piuttosto che un giro in bicicletta o a piedi. Se si guarda alle biciclette messe a disposizione gratuitamente dal Comune di Mirandola presso il Barchessone vecchio nella sola giornata di ieri si sono contati ben oltre 40 noleggi.

Numeri che salgono invece per quello che riguarda le attività curate dall’Asineria Asini di Reggio Emilia, coccolasino e asinobus: ben 73 i bambini che vi hanno preso parte ieri pomeriggio, tra passeggiate a dorso d’asino e il percorso percettivo. Decisamente positivo anche il bilancio della mostra “Estensione. I miei per i tuoi occhi” a cura dell’artista Massimiliano Malaguti, che ha contato nel giorno di inaugurazione ben 143 visitatori. Ovviamente tutti gli eventi si sono tenuti nel pieno rispetto delle normative covid.

Soddisfazione per il buon avvio di stagione è stata espressa anche dall’Assessore alla Promozione del territorio del Comune di Mirandola, Fabrizio Gandolfi. “Una partenza decisamente significativa, che possiamo definire senza mezzi termini contrassegnata da un buon successo di presenze, in particolare famiglie e bambini. In scia con il buon esito dello scorso anno. Abbiamo cercato di definire un programma di attività anche in collaborazione con il Ceas La raganella, che possa essere di valore aggiunto rispetto a quello che già le valli offrono in termini di ambiente, fauna e paesaggio da scoprire. La giornata di ieri ho mostrato la voglia nelle persone di uscire e stare all’aperto e a contatto con la natura. Quella stessa che le valli con i loro percorsi e le loro peculiarità sono in grado dare anche solo per un giorno.” Ed aa proposito di percorsi, oltre a tre specifici per la mountain bike, l’assessore anticipa il programma della prossima domenica: “Che sarà nuovamente dedicata alle famiglie ed in particolare ai bambini con un pomeriggio dedicato al gioco con le corde tra gli alberi del Barchessone e la presentazione da parte dell’Associazione Nordic Walking Outdoor Bassa Modenese dei nuovi percorsi attrezzati di Nordic creati nelle Valli che potranno essere percorsi, accompagnati da membri dell’Associazione, da piccoli gruppi.”

Motivo di soddisfazione per l’Assessore anche il ritorno in piazza Costituente dello Mercatino storico degli hobbisti della seconda domenica del mese. “Anche in questo caso, complice il bel tempo e la voglia di curiosare tra i vari espositori hanno portato in piazza numerose persone mirandolesi e non. Guardiamo positivamente alla buona riuscita della manifestazione anche dal punto di vista dell’attrattività del Cuore di Mirandola: un nuovo passo in avanti verso la riacquisizione di quella vivibilità che gli è propria.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapertura del Barchessone Vecchio, esordio positivo tra arte e ambiente

ModenaToday è in caricamento