rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Attualità Via Divisione Acqui / Via Divisione Acqui

Dopo due anni riaprono i "baracconi", un mese intero con il Luna Park

Dopo l'emergenza covid gli operatori dello spettacolo viaggiante, riaprono le attrazioni. Un vero e proprio "Luna Park della ripartenza", quello che verrà inaugurato sabato 2 aprile presso la sua sede "storica" ovvero lo spazio tra la Questura e via Divisione Acqui

Una tradizione italiana e ancor più modenese, il Luna Park finalmente fa il suo ritorno nella città della Ghirlandina per ospitare il parco divertimenti più grande di tutta la Regione. Oltre settanta attrazioni e 30mila mq di divertimento, situati tra il Questura e il Palapanini di Via Divisione Acqui. Per rafforzare il collegamento già forte con la città, Ansva Confesercenti Modena precisa che la frequentazione del Luna Park è trasversale a tutte le età, pertanto si va dal bambino fino all'adulto, per accogliere chiunque sia attratto dai giochi, dall'aria gioiosa del luogo e voglia passare una giornata all'insegna del divertimento. 

"Finalmente gli operatori dello spettacolo viaggiante - commenta Eros Degli Innocenti, Presidente di Ansva (Associazione Nazionale Spettacoli Viaggianti e Affini) Confesercenti Modena  - possono tornare a lavorare dopo questo lungo periodo di stop. Il settore, purtroppo, è stato duramente colpito dalla pandemia: dopo la chiusura, durante il lockdown, il comparto è tornato solo parzialmente in attività perché penalizzato da provvedimenti di chiusura o sospensione di eventi".

Il Luna Park di Modena torna accanto al Palapanini - Gli orari

Un ringraziamento particolare va al Comune di Modena che ha sostenuto economicamente al settore, spesso dimenticato dal Governo ma che di fatto ha risentito dalla Pandemia e delle restrizioni come tutti gli altri settori economici. "Ringraziamo il Comune di Modena  - continua Degli Innocenti - che ci ha permesso di ripartire e di farlo anche con un ristoro in grado di aiutare gli operatori, in grave difficoltà da oltre due anni". L'insieme delle proposte del Luna Park va nella direzione di promuovere, rilanciare e valorizzare quelle caratteristiche di utilità, socialità e coinvolgimento anche affettivo, che questo evento di divertimento instaura con il pubblico.

"Da sempre il Luna Park vede la famiglia nel suo insieme: i bambini, i genitori e i nonni, che si vedono tornare tutti un po' più bambini, tutti  uniti in un'atmosfera che si può trovare solo al Luna Park. Ricordiamo che l'ingresso è gratuito e il visitatore paga solo se vuole utilizzare le attrazioni. Saranno inoltre attive diverse promozioni, per tutta la famiglia e per permettere a tutti di svagarsi e tornare a divertirsi come si faceva prima della pandemia in completa sicurezza mantenendo le linee guida sanitarie vigenti" conclude Degli Innocenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo due anni riaprono i "baracconi", un mese intero con il Luna Park

ModenaToday è in caricamento