menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, parchi, pandemia e vigilanza, oltre 1300 ore di servizio per le Guardie Ecologiche Volontarie

Sono oltre 1300 le ore di servizio, nei primi tre mesi dell’anno, per le Guardie Ecologiche Volontarie su controllo rifiuti, parchi, pandemia, vigilanza venatoria. A breve previste anche nuove attività di controllo sui casolari abbandonati

Continuano i controlli delle GEV le Guardie Ecologiche Volontarie a Formigine sul corretto conferimento dei rifiuti e non solo.

Nei primi tre mesi del 2021 sono stati svolti come da convenzione vigente con il Comune varie attività, con compiti di attività ispettiva sui rifiuti abbandonati in prossimità dei cassonetti, che hanno permesso di elevare 45 verbali per conferimento scorretto al di fuori degli spazi deputati, per omessa raccolta differenziata, nonché per migrazione abusiva di rifiuti con cittadini non residenti che hanno valicato i confini comunali per conferire scorrettamente i rifiuti in altro comune differente dal proprio.

Ai controlli in tema di rifiuti si aggiungono i controlli nei parchi e la vigilanza venatoria, nonché servizi di ausilio e assistenza alla popolazione per l’emergenza pandemica in supporto alla Polizia Locale.

Le GEV impiegate sono quindi sei complessivamente con l’ausilio di due autoveicoli del corpo provinciale: grazie a tre uscite settimanali, con una media di 50 km percorsi ad ogni uscita, ammontano a oltre 1300 le ore di servizio complessive da inizio anno delle Guardie Ecologiche Volontarie sul territorio del Comune di Formigine. Nell’ambito poi del progetto Formigine Extrapulita, si prevede di ampliare l’intervento delle GEV con nuove attività di tutela ambientale, con particolare riferimento a censimento e controllo di abbandono dei rifiuti sul forese in cui insistono casolari abbandonati, in collaborazione con la Polizia Locale a cui rimane in capo la parte di sicurezza. Queste nuove iniziative sono orientate agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 che prevede partnership associative anche per responsabilizzare le comunità locali in tema di consumo sostenibile e produzione di rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento