rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Attualità San Felice sul Panaro

Il Comune di San Felice al momento non pagherà i 900mila euro al Gse, "Rischio default"

La scelta dell'Amministrazione, in attesa di possibili soluzioni politiche o rateizzazioni

Il Comune di San Felice sul Panaro non pagherà per il momento i circa 900 mila euro che dovrebbe restituire al Gse, Gestore dei Servizi Energetici. Lo ha comunicato il sindaco Michele Goldoni nel corso del Consiglio comunale che si è svolto lo scorso 27 ottobre.

L’Amministrazione comunale ha infatti deciso di non dare seguito al pagamento, dato che privarsi di una somma così ingente, non preventivata in alcun modo, rischia di provocare il default del Comune, con il conseguente commissariamento dell’Ente da parte della Prefettura. Nei mesi scorsi inoltre il Comune aveva richiesto di poter rateizzare il pagamento, non ricevendo in proposito alcuna comunicazione da parte del Gse che invece avrebbe dovuto rispondere entro 30 giorni.

Tutto deriva da una delibera di Arera (Autorità di regolazione per energia reti ed ambienti) che ha imposto ai produttori di energia di restituire tutti gli introiti realizzati, fino al 31 dicembre 2022 e retroattivamente fino al 1° febbraio 2022. Il Comune di San Felice è stato considerato produttore di energia perché possiede otto campi fotovoltaici e di fatto equiparato ai colossi industriali produttori di energia. Una situazione che interessa circa 1.200 Comuni italiani.

L’Amministrazione sanfelicianasi è attivata a tutti i livelli per tutelarsi e ha scritto oltre che al nuovo presidente del Consiglio Giorgia Meloni, alla Regione Emilia-Romagna e anche ai parlamentari di tutti i partiti neo eletti nella nostra circoscrizione elettorale e non solo per segnalare la vicenda paradossale. Due di questi hanno già risposto e uno incontrerà l’Amministrazione nei prossimi giorni. «Noi siamo un ente pubblico e non un’azienda privata che ha come finalità di realizzare utili – ha dichiarato il sindaco Goldoni – quelle risorse ci servono per erogare servizi ai nostri cittadini e far funzionare la macchina comunale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di San Felice al momento non pagherà i 900mila euro al Gse, "Rischio default"

ModenaToday è in caricamento