Il comune di San Felice cede i propri spazi aperti per favorire le attività delle società sportive

Mettere a disposizione gli spazi all’aperto dei propri impianti sportivi per dare alle società sportive cittadine la possibilità di poter proseguire la propria attività. Questa l'iniziativa del comune di San Felice

L’Amministrazione comunale di San Felice sul Panaro ha messo a disposizione gli spazi all’aperto dei propri impianti sportivi per dare alle società sportive cittadine, bloccate dall’ultimo decreto del Presidente del Consiglio, la possibilità di poter proseguire la propria attività.

Tutte le società interessate hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa, condividendo tra loro gli spazi. Il prossimo lunedì 2 novembre le attività “open” prenderanno il via.  Ovviamente saranno rigidamente osservati tutti i protocolli previsti dalle varie federazioni.

“Abbiamo deciso di intervenire per aiutare lo sport di base così fortemente penalizzato – spiega il consigliere comunale con delega allo Sport Paolo Pianesani – ma non solo. Nel nostro Comune ci sono attività, come per esempio le palestre o la piscina, che sono state bloccate dopo che avevano adottato protocolli severissimi, investendo anche ingenti risorse. Io stesso avevo verificato personalmente l’accuratezza con cui venivano effettuati controlli e igienizzazione. Ci auguriamo che la situazione possa al più presto tornare alla normalità e per il momento continueremo a sostenere le attività sportive”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento