rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

Vigili del Fuoco, un anno intenso. Lunedì le celebrazioni per Santa Barbara

Un bilancio dell'attività del 2023 per il Corpo, che il 4 dicembre festeggia nuovamente la Patrona con una celebrazione in caserma. L'8 dicembre festa in piazza

Si avvicina la festività di Santa Barbara (4 dicembre), che per i Vigili del Fuoco di Modena è un momento topico. Una ricorrenza che rappresenta "un mix tra riconoscenza e richiesta di protezione che tutti noi vigili del fuoco riconosciamo e chiediamo alla nostra Santa Patrona", ha evidenziato il comandante provinciale Ermanno Andriotto. "Passano gli anni e ogni anno si aggiunge un anno di lavoro, con le sue fatiche, i suoi rischi, con i suoi
servizi resi alla cittadinanza, ma anche con le sue problematiche e le sue gratificazioni, che ci impongono di rinnovare questa giornata di ringraziamento".

Una ricorrenza che i pompieri modenesi torneranno come da tradizione a celebrare presso la caserma di strada Formigina, dopo alcuni anni nei quali l'emergenza covid aveva costretto a svolgere le cerimonie in altri luoghi. Il programma di lunedì 4 dicembre prevede quindi prima un momento commemorativo alle ore 9 con le deposizione di corone alla memoria dei caduti del Corpo, sia al Comando che presso il Monumento situato all'incrocio con viale Corassori che è stato restaurato e abbellito recentemente. Alle ore 9:30 Santa Messa presso la palestra del Comando celebrata da Mons. Lino Pizzi, seguita poi dalal consegna degli attestati di merito alla presenza del Prefetto.

Un anno intenso

Sarà quella l'occasione per trarre un bilancio dell'attività dei pompieri modenesi in questo 2023, che ha visto un ulteriore incremento degli interventi, saliti nei primi 11 mesi dell'anno a circa 9.700, per una media di 25 interventi al giorno. Un'attività che - come ha sottolineato Andriotto - si fa ogni giorno più articolata e complessa, con la necessità di rimanere aggiornati sulle evoluzioni della società, che pone nuove sfide. Solo per citarne un paio legate alla diffusione di nuove tecnologie, vanno considerate le novità presentate dal sempre più pervasivo utilizzo di batterie elettriche sui veicoli o di pannelli fotovoltaici sui tetti.

Gli incendi veri e propri rappresentano solo il 20% dell'attività dei Vigili del Fuoco locali, che possono cintare su 285 operatori a cui si affiancano un centinaio di volontari. Importante anche la mole di interventi a causa del maltempo, che quest'anno ha raggiunto la stessa quota di quella per incendi. Senza dimenticare l'impegno svolto nella Romagna alluvionata a maggio e giugno, in particolare nel territorio di Casola Valsenio.

Nel corso dell'anno sono state trasmesse 35 notizie di reato nel campo antincendio, oltre a 52 controlli che hanno portato a provvedimenti di natura amministrativa. Le istanze evase nel settore della certificazione antincendio sono state ben 3.485. Il personale ha svolto 48 corsi interni, mentre al pubblico sono stati rivolti 38 corsi di formazione per addetti antincendio e sono state composte 73 commissioni d’esame.

Sul fronte delle strutture, il Corpo modenese ha affrontato negli ultimi mesi importanti lavori di ristrutturazione. Non solo per le sedi completamente rinnovate a Mirandola e Finale Emilia, ma anche per lo stesso COmando modenese, dove sono stati investiti centinaia di migliaia di euro. In strada Formigina è prevista una riqualificazione completa del piano terra della caserma, per riorganizzare gli spazi in modo più consono alle esigenze attuali, con spazi per la formazione e per le nuove tecnologie informatiche. Interventi di rinforzo degli stabili sono stati già eseguiti nei capannoni dedicati alla manutenzione dei mezzi.

Un evento anche in piazza

Il ritorno delle celebrazione di Santa Barbara alla dimensione più "intima" della caserma non esclude però la presenza pubblica dei Vigili del Fuoco. Per la giornata di venerdì 8 dicembre, infatti, i pompieri animeranno Piazza Grande nel corso del pomeriggio con un'esposizione di mezzi. A causa del maltempo è invece annullata Pompieropoli.

Alle ore 19 circa, al termine della S. Messa in Duomo celebrata da Mons. Erio Castellucci, si svolgerà la tradizionale deposizione di un mazzo di fiori alla Madonna presso la Torre Municipale. Anche a Sassuolo, alle ore 16, è prevista deposizione di fiori alla Madonna della Torre Civica in Piazza Garibaldi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili del Fuoco, un anno intenso. Lunedì le celebrazioni per Santa Barbara

ModenaToday è in caricamento