Sciopero dei metalmeccanici, a Modena "assedio a Confindustria"

Proteste in via Zucchi a Modena e al presidio permanente della Goldoni di Carpi

"Assedio a Confindustria". È il motto oggi dei sindacati dei metalmeccanici a Modena e provincia, e in particolare della Fiom-Cgil, nella giornata dello sciopero per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici. I lavoratori si sono trovati dalle 10.30 alle 12 in presidio davanti alla sede di Confindustria Emilia, in via Zucchi 21 a Modena: l'hanno circondata, pacificamente, rispettando comunque le regole anti-Covid. 

L'altro presidio territoriale nell'ambito della mobilitazione sul contratto si è consumato davanti alla Goldoni di Migliarina di Carpi, in collegamento virtuale con le piazze degli altri territori emiliano-romagnoli, dove da due mesi sindacati e Rsu stanno facendo pressione per chiedere alla proprieta' cinese di aprire agli acquirenti tutelando l'occupazione e l'indotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento