L'azienda non concede nulla, presidio rafforzato alla Frama Action

Stamattina risposta simbolica della Cgil al mancato accordo e alla chiusura da parte dei vertici aziendali

Dopo il mancato accordo di ieri sera e le dichiarazioni di possibili atti unilaterali dell’azienda nella giornata odierna, tutta la Fiom e la Cgil di Modena si sono strette oggi intorno ai lavoratori della Frama Action di Novi. "Chi ha avuto modo di essere presente ieri al tavolo di trattative in Comune a Novi di Modena, ha potuto constatare la totale chiusura da parte aziendale a qualsiasi proposta avanzate dal sindacato e dalle istituzioni che tendevano a creare un percorso che potesse agevolare il salvataggio del sito produttivo e dell’occupazione a Modena", attacca il sindacato.

Stamane dalle ore 7.30 quasi un centinaio di sindacalisti, delegati e cittadini si sono radunati davanti ai cancelli per reagire a quello che definiscono un "atteggiamento arrogante" da parte dell'azienda. Il sindacato attaca: "Basta multinazionali che vengono a Modena a fare shopping lasciando nella disperazione i lavoratori e creando un disastro a tutta la comunità". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento