rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità

Sciopero della scuola, venerdì 10 dicembre lezioni a rischio

Risorse insufficienti nella Legge Finanziaria, stipendi inadeguati e carenza di organico. La scuola si ferma il 10 dicembre, il 16 sarà sciopero generale

"Adesso basta! La scuola si ribella”. E’ con questo slogan che i sindacati hanno proclamato lo sciopero nazionale della scuola venerdì 10 dicembre. La mobilitazione indetta da Flc Cgil, Uil Scuola RUA, Snals Confsal, Gilda, Unams, And, Anief, Fisi, Cobas, Cub Sur e SISA, coinvolgerà per l’intera giornata tutto il personale docente e dirigente, di ruolo e precario. Si ferma anche il personale ATA. Pertanto in quel giorno non sarà garantito il regolare svolgimento delle attività scolastiche. 

Venerdì 10 dicembre sciopero della scuola

Uno sciopero della scuola che già mette in agitazione i genitori, saranno infatti le famiglie a dover verificare la regolare apertura e funzionamento della scuola e, in caso contrario, occuparsi dei propri figli che non potranno accedere alle strutture e prendere parte alle attività didattiche. Lo sciopero della scuola di venerdì 10 dicembre coinvolgerà gli istituti di ogni ordine e grado. 

Le motivazioni dello sciopero 

“Scioperiamo perchè in Legge di Bilancio ci sono solo 87 euro di aumento per il nuovo contratto e 12 euro per la valorizzazione del personale docente, legati per di più alla dedizione scolastica. Perchè è di quasi 350 euro la differenzaattuale tra il resto del personale della PA con pari titolo e il personale della scuola. Perchè ci sono zero risorse per la proroga dei contratti ATA sul cosiddetto organico Covid. E zero risorse per l'incremento degli organici docenti e Ata. Non ci sono misure per la riduzione del numero di alunni per classe. Nessun concorso riservato per i Dsga facenti funzioni e assenza di risorse per eliminare le reggenze. Restano i vincoli sui trasferimenti del personale docente e Dsga neo immesso in ruolo. Nessuna misura per lo snellimento amministrativo e burocratico. Nessuna iniziativa per dare finalmente stabilità al lavoro, partendo da un sistema strutturale e permanente di abilitazioni partendo da un sistema strutturale e permanente di abilitazioni” - scrive la FLC CGIL tra i capofila dello sciopero della scuola di venerdì 10 dicembre. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero della scuola, venerdì 10 dicembre lezioni a rischio

ModenaToday è in caricamento