Nuovo sciopero in Seta per la "dignità dei lavoratori". Possibili disagi a Modena e provincia

Sciopero generale dei lavoratori di Seta, giovedì 18 giugno, per i diritti e la dignità degli operatori del servizio pubblico. Possibili disagi anche a Modena, nel testo le corse garantite

Giovedì 18 giugno sarà una giornata di mobilitazione per i diritti e la dignità di tutti i lavoratori dell’azienda trasporti SETA di Modena, Reggio Emilia e Piacenza: lo sciopero sarà articolato su diverse fasce orarie tra le 17.00/18.00 e le 21.00/22.00 a seconda dei territori.

In questa occasione la vertenza aziendale di SETA si unisce allo sciopero nazionale che accomunano tutti i dipendenti del settore: dalla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e dell’utenza, alla mancanza di misure di sostegno al reddito per i lavoratori nel settore messi in cassa integrazione, alla mancanza di una vera politica pubblica nella gestione dei servizi, che rende ingestibile e frammentata la rete del trasporto pubblico.

 Ragioni dello sciopero

Tante le ragioni dei lavoratori in campo: la direzione di SETA non vuole riconoscere parte degli integrativi firmati negli anni e la stessa “armonizzazione contrattuale” dei tre bacini viene boicottata sia dall’azienda che dai sindacati CGIL CISL UIL FAISAL UGL.

Nel mese di febbraio l’azienda, con un atto unilaterale, ha deciso un taglio drastico dei giorni di ferie per i lavoratori degli impianti fissi (amministrativi e meccanici) nel bacino di Piacenza e che è intenzionata a fare lo stesso anche agli autisti assunti prima del 1994, mentre per i nuovi assunti di Modena, Reggio Emilia e Piacenza non è riconosciuto nessun trattamento economico aziendale ma solo il minimo nazionale di settore.

Per la USB si tratta di una condizione di discriminazione inaccettabile, i lavoratori dei diversi bacini che devono avere uguali diritti e trattamenti contrattuali con il riconoscimento pieno dei contratti aziendali e senza logiche al ribasso tra i vari trattamenti contrattuali in vigore. Contro le logiche di sfruttamento dei lavoratori, contro la complicità degli altri sindacati, contro l’arroganza della direzione aziendale la USB chiama all’adesione alla giornata di sciopero per rafforzare le nostre richieste e per imporre un cambio di registro alle politiche aziendali sul personale.

Servizio in Zona di Modena

Per quanto riguarda il territorio di Modena il Servizio urbano subirà possibili astensioni dalle ore 18:00 alle ore 22:00. Mentre nel Servizio extraurbano  le possibili astensioni saranno dalle ore 17:00 alle ore 21:00.

Il servizio riprenderà regolarmente con le corse che inizieranno dopo il termine delle eventuali astensioni dal lavoro. Le corse garantite anche in caso di sciopero sono indicate nelle tabelle orarie pubblicate nella sezione "Linee"

Informazioni in tempo reale sull'effettivo passaggio dei bus sono disponibili direttamente sul proprio smartphone/tablet, scaricando l'applicazione gratuita "Seta", disponibile negli store online delle piattaforme Apple/Android. Il servizio è accessibile anche attraverso la sezione "Quanto manca?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento