Fabbriche e logistica, scioperano gli iscritti SI Cobas e Usb

Le due sigle si mobilitano chiedendo lo stop delle attività produttive. Lavoratori fermi in alcuni siti di logistica

Il S.I. Cobas ha aperto lo stato di agitazione nazionale "per la tutela della salute degli operai, costretti a lavorare come se nulla fosse, accalcati a centinaia nei magazzini e nelle fabbriche di tutta Italia, spesso senza alcun dispositivo di protezione". La sigla autonoma invita a fermarsi in ogni luogo dove non siano rispettate le norme sanitarie.

"È evidente che i veri untori sono i padroni e che la responsabilità dell'estendersi del contagio in questi giorni è imputabile principalmente alla fame di profitto di Confindustria", attaccano i Cobas. "Stamattina, dopo aver richiesto per giorni adeguate protezioni al magazzino Transmec di Campogalliano senza che venisse data alcuna seria risposta, è scattato lo sciopero. Non si lavora finché non ci sono
guanti, mascherine, carta igienica e sanificazione dei locali. La stessa situazione si ripete in tutto il paese".

Anche Usb, dopo alcuni giorni di richieste di stop,  passa alle via di fatto. Il sindacato di base ieri ha proclamato lo sciopero ad oltranza di 15 giorni per tutto il settore industriale dell'Emilia-Romagna (comprese le aziende che lavorano alla logistica o alle mese). "Ribadiamo il diritto dei lavoratori a scioperare per difendere l'incolumita', il salario e il benessere generale. Le nostre vite valgono di piu' dei loro profitti", scandisce il sindacato.

"Per affrontare questa emergenza occorrono misure drastiche ed esigibili dai lavoratori, che salvaguardino la salute e il salario", insiste Usb, chiedendo: il blocco temporaneo di tutte le attività produttive ad eccezione di quelle strettamente collegate alla lotta alla pandemia, l'utilizzo degli ammortizzatori sociali, con l'integrazione piena del salario, l'adozione, e il controllo degli organi preposti, di tutte le misure necessarie corrispondenti ai livelli di rischio legato alle specifiche situazioni lavorative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento