Ancora scontri davanti a Italpizza, conteatazioni anche nel tavolo tra sindacati e Confindustria

La polizia è stata impegnata oggi pomeriggio per arginare il picchetto dei SI Cobas a San Donnino. Il vertice con l'azienda in via Bellinzona ha invece visto una lunga disquisizione e un nulla di fatto

Nulla di fatto, e nuova polemica, dopo il tavolo Italpizza che si è tenuto oggi pomeriggio nella sede di Confindustria Emilia a Modena. L'incontro durato qualche ora è terminato alle 18.30, ma tutto il tempo, a quanto trapela, è stato consumato da una nuova contrapposizione tra le parti. O meglio, assenti (non convocati) i rappresentanti del sindacato di base Si Cobas, è andata in scena una sorta di 'tutti contro la Cgil'.

La polemica, a prima vista tecnica, ha riguardato la composizione della delegazione Cgil che, visto che i problemi sul tavolo riguardano tutto il sito di San Donnino, si è presentata rappresentando il sindacato confederale e le sue categorie (nella vicenda Italpizza sono attive Flai, Filcams e Filt) oltre ai delegati sindacali. Hanno criticato su questo punto, quindi, Italpizza, Confindustria, Cisl e Uil. Non è piaciuta, in sostanza, la presenza di lavoratori-rappresentanti sindacali Cgil di Evologica e Cofamo, le due coop in appalto nello stabilimento, in quanto non lavoratori diretti di Italpizza. Ma è stata contestata anche la presenza della Cgil confederale, visto anche che gli altri sindacati si erano organizzati diversamente.

In ogni caso, non mollano in casa Cgil sui nodi concreti, dai contratti agli appalti passando per l'organizzazione del lavoro: "Non vogliamo dare alibi: siamo disponibili a incontrarci con l'azienda il prima possibile". Cosi', è stato fissato un altro incontro domani mattina alle 9, sempre a Confindustria. L'assemblea prevista dei lavoratori Cgil, cosi', si trasformerà in un'assemblea con presidio davanti alla sede dell'associazione industriale. 

Accanto a questa querelle "istituzionale", procede invece l'attività di ostruzionismo ben più materiale da parte di SI Cobas. Anche oggi pomeriggio lo sciopero è proseguito, con l'ormai abituale gruppetto di manifestanti che ha presisiato i cancelli e tenatao di attuare il blocco dei mezzi. La Polizia è intervenuta con lacrimogeni e cariche per arginare gli attivisti, scortando come avviene ormai da settimane i vari camion accorpati insieme e guidati ad orati stabiliti verso l'azienda.

Il sindacato autonomo ha commentato: "Oggi Italpizza e Confindustria incontrano i sindacati confederali, Cgil-Cisl-Uil confermando la volontà di scegliere chi sono i loro interlocutori. Noi invece non ci stancheremo mai di ripeterlo: il sindacato non lo scelgono le aziende, né il prefetto, né la questura. Il sindacato lo scelgono i lavoratori e le lavoratrici!"

(fonte DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Maxi sequestro a Modena Nord, fermato un Tir con 22 chili di cocaina

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento