rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità

Scontro sindacale, Italpizza conferma: "Rispetteremo l'impegno dell'internalizzazione"

L'azienda replica alla Cgil, che ha abbandonato il tavolo, sottolineando come vi sia l'esigenza di mantenere gli attuali assetti organizzativi del lavoro

Questa mattina si è tenuto un tavolo di confronto fra la dirigenza di Italpizza e Cgil, Cisl Uil, per definire le modalità di perfezionamento della conclusione dell’iter di internalizzazione. Nel luglio del 2019, dopo mesi di tensione e un'aspra vertenza, l'azienda di San Donnino aveva infatti assunto l'impegno di assumere direttamente i lavoratori impegnati nel processo produttivo, attualmente in appalto.La deadline è quella del 1 gennaio 2022.

Il tavolo odierno si è concluso non come sperato, con la Cgil che ha deciso di abbandonare il consesso per protesta, ritenendo non accettabile quanto dichiarato in quella sede dall'azienda. In una nota Italpizza fa sapere che "non c’è e non ci sarà nessun cambiamento riguardo gli impegni assunti che saranno integralmente rispettati". Italpizza ha confermato la centralità ed il ruolo delle maestranze operanti nel sito di Modena.

"Non a caso nel 2020, a seguito dei repentini cambiamenti di mercato imposti dalla pandemia, l’azienda è riuscita a garantire la continuità produttiva e a gestire, con grande equilibrio e responsabilità, una problematica di esuberi evitando di ricorrere a licenziamenti di massa, traghettando i livelli dei volumi produttivi al 2022 con concrete prospettive di tornare ad assumere". Italpizza ha evidenziato che in virtù dell’internalizzazione, per consentire il proseguo dell’attività e garantire il posto di lavoro a tutti, è necessario "condividere con le OOSS l’impostazione organizzativa del lavoro, che non si può discostare dall’attuale. Non si è chiesta maggiore flessibilità, ma semplicemente di mantenere, necessariamente, gli attuali assetti organizzativi".

"Riguardo alle citate “discriminazioni” Cgil ha probabilmente frainteso la questione. Tecnicamente non è possibile internalizzare chi al 31/12/2021 sarà in malattia, infortunio o maternità. Questi lavoratori potranno essere assunti al termine di tali condizioni", spiega l'azienda, che prosegue nel proprio percorso e invita anche la Cgil ad apportare il proprio contributo riprendendo parte alle trattative

Italpizza, il M5S chiede al Governo di inviare ispettori nello stabilimento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro sindacale, Italpizza conferma: "Rispetteremo l'impegno dell'internalizzazione"

ModenaToday è in caricamento