La scuola si fa green: Borracce plastic free negli istituti di Castelfranco Emilia

Al via nelle scuole di Castelfranco Emilia l’iniziativa per un approccio sempre più plastic free con la distribuzione agli studenti di borracce in alluminio . L’Assessore alla Cultura Rita Barbieri: “ Un messaggio educativo-culturale importante per prendersi cura del loro futuro”

Tremila borracce plastic free distribuite ad altrettanti studenti di nove scuole del territorio di Castelfranco Emilia.

È questa l’iniziativa, realizzata con il sostegno di Banco Bpm e di Pagani Automobili SpA, attraverso la quale l’Amministrazione Comunale ha dato il via in maniera concreta e tangibile ad un nuovo approccio sempre più plastic free nell’alveo di un percorso sempre più caratterizzato da una forte attenzione alle politiche ambientali.

“Il riciclaggio della plastica è stato un primo passo verso la soluzione del problema, ma ciò che è necessario è ridurne la produzione di rifiuto e l’utilizzo monouso. Per queste ragioni – ha dichiarato il Sindaco Giovanni Garganocome Amministrazione Comunale vogliamo rivolgerci alle nuove generazioni per promuovere l’educazione ambientale attraverso le buone prassi e donare agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio tremila borracce in alluminio in sostituzione delle bottigliette in plastica. Le finalità del progetto non si limitano soltanto alla riduzione della produzione di rifiuti di materie plastiche: limitare l’acquisto di acqua in bottiglia contribuisce, infatti, anche alla riduzione delle emissioni inquinanti legate al suo trasporto presso la distribuzione”.

Un piccolo gesto con il quale l’Amministrazione comunale intende dare il buon esempio alle famiglie del territorio.

“Donare a tutti i piccoli cittadini delle scuole un oggetto che rappresenta chiaramente il messaggio educativo-culturale dell'Amministrazione – ha aggiunto l’Assessore alla Cultura Rita Barbierivuol dire credere fortemente in loro e anche prendersi cura del loro futuro”.

Grande la soddisfazione espressa anche dal Responsabile Direzione Territoriale Emilia Adriatica di Banco Bpm, Stefano Bolis:.

"Banco Bpm sta dedicando particolare attenzione ai temi della sostenibilità. Non è un caso, quindi, la nostra presenza qui oggi per promuovere, attraverso la donazione di duemila borracce, l’educazione ambientale e il concetto di plastic free. Dal 2018 abbiamo dato vita ai 'progetti scuola' – racconta Bolis - che ci vedono impegnati nel supporto alla realizzazione di piccole opere, molte simili a questa, in collaborazione con le amministrazioni locali di tutta Italia, mettendoci all'ascolto delle loro esigenze, in un'ottica di restituzione di beneficio al territorio. Siamo orgogliosi quindi di essere al fianco del Comune di Castelfranco Emilia in questa iniziativa, accomunati dagli stessi valori che, ci auguriamo, verranno non solo apprezzati, ma anche compresi pienamente dai bambini e dalle loro famiglie."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Si masturba in piazza, fermato accanto al palco del Radio Bruno Estate

  • Contagio, 5 casi nei comuni di Formigine, Castelnuovo e Modena

  • Contagio, 8 positivi in più. La metà è legata sempre dal focolaio romagnolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento