menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole, gli arredi dismessi in dono alle associazioni

Riutilizzare armadi, tavoli, sedie e brandine non più utili alla scuola donandoli alle associazioni del territorio. Il progetto della giunta di Maranello: “Facciamo rete in modo virtuoso”

Gli arredi dismessi dalle scuole non verranno buttati via ma saranno donati  alle associazioni.

La riorganizzazione degli spazi scolastici a seguito della pandemia ha prodotto un esubero di tavoli, sedie, armadi e brandine che, anziché essere buttati, potranno essere riutilizzati da altri soggetti, in un percorso virtuoso di “economia circolare” all’interno della comunità.

Così la giunta comunale di Maranello, dopo aver rivisto gli spazi e le aule negli istituti comprensivi, ha avuto l’idea di destinare arredi a attrezzature dismessi a chi – tra enti, associazioni e altri soggetti che operano sul territorio – ne farà richiesta. E ha stabilito precise “linee di indirizzo” per le donazioni a favore delle associazioni, che potranno essere individuate, in base alle necessità, anche in collaborazione con il servizio sociale territoriale.

“E’ un progetto che coinvolge i soggetti che operano nel terzo settore, principalmente le associazioni di volontariato e dell’ambito sociale”, è il commento dell’assessore all’istruzione Alessio Costetti. “La crisi che stiamo attraversando, per fortuna, può anche avere risvolti positivi, come questa azione che stiamo mettendo in campo a partire dalla riorganizzazione degli spazi nelle scuole. Grazie ai contributi ministeriali è stato infatti possibile dotare le scuole di nuove attrezzature e dismettere arredi non più funzionali alla didattica in presenza e in sicurezza: parliamo di armadi, tavoli, sedie e altro materiale ancora in buono stato, che anziché essere buttato, offriamo a chi sul territorio ne può avere bisogno. E’ un circolo virtuoso che testimonia ancora una volta la volontà di fare rete in un momento particolarmente drammatico”.

In queste settimane il Servizio Istruzione del Comune sta contattando le varie associazioni del territorio per stabilire quelle interessate ad acquisire gratuitamente uno o più arredi non più utilizzati negli edifici scolastici. Si tratta di beni che non hanno un significativo valore economico per il Comune di Maranello e che invece potrebbero ritrovare nuova vita presso le sedi di enti o associazioni che operano sul territorio. Ad oggi sono già stati consegnate sedie, tavoli, armadi e brandine.
Tutto nasce dalle disposizioni in materia di contenimento e riduzione del rischio, relativamente alla situazione epidemiologica in corso, che hanno reso necessaria, all’avvio del nuovo anno scolastico, una modifica dell’organizzazione logistica, degli spazi e degli arredi degli Istituti Comprensivi del Comune di Maranello, secondo i criteri di sicurezza, qualità didattica e flessibilità degli spazi.
Dopo gli opportuni sopralluoghi, presso le scuole e nidi d’infanzia del territorio, sono stati individuati diversi arredi, che non rispondono ai nuovi requisiti e che quindi sono stati sostituiti con arredi più funzionali, molti dei quali acquisiti attraverso i finanziamenti previsti dal “Progetto PON” del Ministero dell’Istruzione. I vecchi arredi, secondo quanto stabilito dall’amministrazione comunale, saranno così destinati alle associazioni che ne faranno richiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento