Segnalazioni di sospetto riciclaggio, a Modena il doppio della media nazionale

Lo scorso anno raccolte mille segnalazioni, ciascuna delle quali nasconde diverse operazioni. La Cgil preoccupata dai dati del report della Banca d'Italia

Dati preoccupanti per l'Emilia-Romagna, dalla Banca d'Italia, sulle operazioni sospette di riciclaggio sporco, si allarma la Cgil. In attesa del report completo 2018, l'unità speciale che raccoglie le segnalazioni nei territori anticipa una sintesi e secondo il sindacato c'è da preoccuparsi. 

L'anno alle spalle ha registrato a livello nazionale un +4,5% di operazioni sospette mentre in Emilia-Romagna "l'incremento annuo invece quasi raddoppia, raggiungendo +8,7%". Dalla regione sono giunte alla direzione centrale Uif ben 6.887 segnalazioni: quasi 19 ogni giorno, con tre province che superano quota 1.000 segnalazioni (Bologna con 1.597, Parma con 1.007 e Modena con 1.001). 

Ma c'è di più: "In Emilia-Romagna- cita per il sindacato il responsabile regionale Legalità Franco Zavatti, chiedendo a tutti più prevenzione- l'elevata propensione imprenditoriale del tessuto economico regionale è uno dei fattori che catalizza gli interessi della criminalità organizzata, anche ai fini del riciclaggio e del reinvestimento... coi reati sul lavoro".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento