rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Attualità

SETA stabilizza il personale e trasforma 30 contratti a termine in rapporti a tempo indeterminato

La stabilizzazione contrattuale sarà operativa dal mese di agosto ed interesserà lavoratori di Modena, Reggio Emilia e Piacenza. Le prossime assunzioni di personale viaggiante vedranno l’utilizzo esclusivo di contratti a tempo indeterminato

In un momento storico in cui le aziende italiane di trasporto pubblico devono fronteggiare – tra le varie difficoltà – anche seri problemi di reperimento di autisti, SETA prosegue nel percorso di valorizzazione e fidelizzazione del personale: dopo aver siglato di recente un importante accordo sindacale sul contratto integrativo aziendale, la società che gestisce il servizio di trasporto pubblico su gomma nei bacini provinciali di Modena, Reggio Emilia e Piacenza avvia un significativo intervento di stabilizzazione contrattuale, a beneficio di lavoratori attualmente inquadrati con rapporti a termine.

Dal prossimo mese di agosto, infatti, circa 30 autisti che lavorano con un contratto a tempo determinato saranno assunti in pianta stabile e vedranno trasformato il proprio rapporto in un contratto a tempo indeterminato. La stabilizzazione contrattuale interesserà lavoratori di tutti i bacini provinciali serviti dall’azienda. La conversione anticipata dei rapporti a termine e la conseguente stabilizzazione contrattuale viene realizzata in accordo con le Organizzazioni sindacali firmatarie dell’accordo per gli assunti dal 2012, e consentirà ai lavoratori interessati di accedere ad importanti miglioramenti economici. Inoltre, per i lavoratori provenienti da altre zone d’Italia la stabilità contrattuale costituisce un elemento decisivo, che consente loro di trasferirsi stabilmente nella città in cui lavorano ed inserirsi più agevolmente nel tessuto sociale.

“Un’azienda che offre opportunità di lavoro più stabili e più sicure non è solo un’azienda più equa, ma anche più attrattiva. La stabilizzazione contrattuale di questi primi 30 lavoratori, che hanno dimostrato adeguate capacità ed effettuato un percorso professionale positivo, è frutto di una strategia aziendale finalizzata a migliorare le condizioni in cui opera il personale. SETA investe risorse per incentivare la fidelizzazione e motivare i dipendenti con azioni di miglioramento salariale e di crescita formativa, nella convinzione che questa strategia apporterà benefici anche in termini di qualità complessiva del servizio erogato. Coerentemente con questa impostazione, SETA effettuerà le prossime assunzioni di personale viaggiante utilizzando esclusivamente contratti a tempo indeterminato dichiara Antonio Nicolini, Presidente di SETA.

Come ricorda Francesco Patrizi, Amministratore Delegato di SETA: “Con l’accordo sul contratto integrativo aziendale, siglato nello scorso mese di aprile, abbiamo chiuso una trattativa sindacale decennale e migliorato le condizioni economico-normative di oltre 350 lavoratori assunti dopo il 2012, ai quali erano applicate le sole prerogative di base previste dal contratto nazionale di categoria”. Nel giro di pochi mesi, dunque, per i lavoratori di SETA si sono registrati importanti risultati: l’accordo integrativo aziendale per i nuovi assunti, il rinnovo del Contratto nazionale e l’avvio del percorso di stabilizzazione contrattuale degli autisti con contratto a termine. Inoltre, già da diversi anni l’azienda ha avviato a favore di tutti i 1.040 dipendenti un importante progetto di welfare aziendale, che prevede varie agevolazioni, servizi ed opportunità formative estendibili, in parte, anche ai famigliari conviventi e di cui è previsto nei prossimi mesi l’ulteriore potenziamento.

In questi ultimi mesi – conclude il Presidente Nicolini – oltre ai ben noti problemi connessi alla pandemia ed all’aumento vertiginoso dei costi dei carburanti, stiamo registrando – come tutte le aziende di trasporto pubblico - anche serie criticità nel reperimento di personale qualificato, in particolare conducenti di autobus. SETA sta reagendo a questa situazione, realizzando importanti investimenti per rinnovare e migliorare il parco circolante, introdurre innovazioni tecnologiche a servizio dell’utenza e ridurre l’impatto ambientale del servizio erogato. Ma non meno importanti e strategici sono gli investimenti che intendiamo realizzare a favore delle risorse umane, in particolare degli autisti il cui compito è altamente impegnativo e richiede elevata professionalità e responsabilità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SETA stabilizza il personale e trasforma 30 contratti a termine in rapporti a tempo indeterminato

ModenaToday è in caricamento