Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Smog in crescita, ieri i primi sforamenti autunnali delle PM10

Con una certa dose di ironia, le polveri sottili hanno visto un picco il giorno dopo la revisione del piano antismog. Dopo 3 giorni consecutivi il blocco

Tornano in circolazione i diesel euro 4 e lo smog va subito fuorilegge. Coincidenza o meno – ovviamente si tratta di un puro caso – ieri si sono registrati in Emilia-Romagna i primi sforamenti dei limiti di legge sulle Pm10 della stagione autunnale. Il dato peggiore si è registrato a Parma con 63 microgrammi per metro cubo (il limite è 50), ma le polveri hanno superato le concentrazioni consentite anche a Reggio Emilia (62 microgrammi), Ferrara (55) e Piacenza e Modena (entrambe con 54 microgrammi per metro cubo). 

Entro i limiti invece, sia pure con concentrazioni medie giornaliere abbastanza elevate, Ravenna (47), Bologna e Rimini (45) e Forlì-Cesena (43). 

Va anche detto che alcune centraline di rilevamento degli inquinanti della regione già nella prima parte dell'anno si sono avvicinate ai numero massimo di sforamenti consentiti all'anno sulle Pm10, cioè 35. Il bonus sta per esaurirsi per la centralina Timavo a Reggio e per Modena-Giardini (per entrambe già 25 giornate fuori legge). A Fiorano Modenese, altra centralina 'caldà, gli sforamenti sono 20. Seguono Parma-Montebello e Rimini-Flaminia con 19 e Parma-Cittadella con 18. 

La nuova normativa, posto il via libera ai diesel uro 4, si è fatta però più stringente per quanto riguarda le condizioni affinchè scattino le limitazioni, abbassando da 4 a 3 i giorni consecutivi di sforamento della soglia di PM10 dopo i quali si attiva il blocco.

(fonte DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog in crescita, ieri i primi sforamenti autunnali delle PM10

ModenaToday è in caricamento