I sindacati contro la privatizzazione: "Ripensare i servizi per gli anziani"

L'appello delle sigle dopo le scelte intraprese dal Comune di Modena anche a seguito delle mancate assunzioni imposte da Roma: "Sindaco e Regione premano sul Governo per potenziare i servizi"

Non si può andare avanti a forza di esternalizzazioni per quanto riguarda i servizi agli anziani a Modena. È "necessario che il sindaco riprenda in mano la questione degli organici e, in accordo con la Regione, ottenga da questo Governo la possibilità di reintegrare e aumentare l'occupazione soprattutto nell'area dei servizi rivolti agli anziani". 

Lo chiedono in una nota i sindacati dei pensionati Cgil-Cisl-Uil in città, che anzitutto spronano: "Occorre, come primo elemento, potenziare e sviluppare l'assistenza domiciliare, che non può essere completamente esternalizzata ma deve vedere nella programmazione, nella progettazione e nel controllo, un forte e vincolante intervento pubblico. Va rivisto inoltre il sistema dell'accreditamento, attualmente troppo sbilanciato sugli aspetti quantitativi e, in modo insufficiente, su quelli qualitativi". 

Puntualizzando quindi sul problema demografico, in tutto questo, le sigle dicono comunque di accogliere "con favore l'idea di riprogettare complessivamente il 'welfare argento', come enunciato dall'assessora Pinelli, dato che sono diversi mesi che insistiamo per la convocazione degli stati generali" in questo ambito. 

Aggiungono Spi, Fnp e Uilp rivolti al Comune: "In altri momenti questa amministrazione è riuscita ad assumere, grazie all'impegno del sindaco e alla sua perseveranza, numeri significativi di operatori nell'area della Polizia municipale, per fare fronte ai problemi che l'emergenza sicurezza rappresentava per la città. Ora l'emergenza è, e lo sarà sempre di più visto l'andamento demografico, la tenuta del sistema di welfare a tutela della popolazione anziana".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Covid a Modena: scendono rispetto a ieri i nuovi casi. Ancora 11 i decessi

  • Prodotti "non essenziali" accessibili ai clienti, multe per due ipermercati

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

Torna su
ModenaToday è in caricamento