rotate-mobile
Attualità

Ricostruzione, ai sindaci la gestione delle pratiche rimanenti per le abitazioni private

Il presidente della Regione e commissario, Stefano Bonaccini, ha firmato un'ordinanza che rimanda ai Comuni la gestione dei termini relativi alle concessioni ed erogazioni dei contributi

Maggiore autonomia ai sindaci del cratere post sisma 2012 per il completamento degli ultimi interventi di ricostruzione delle abitazioni private.

Lo dispone un’Ordinanza firmata da Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna e Commissario delegato per la Ricostruzione, che per i lavori relativi alle abitazioni private, gestiti sulla piattaforma informatica Mude, ha delegato all’autonomia dei Comuni il coordinamento delle scadenze connesse agli interventi in corso e a quelli da loro già autorizzati.

Con la ricostruzione privata in via di ultimazione e con all’attivo solo residue e specifiche situazioni caratterizzate da particolare complessità, il Commissario Bonaccini ha ritenuto opportuno demandare alla competenza dei sindaci la gestione delle ultime concessioni ed erogazioni dei contributi.

Questo per consentire una differenziata gestione dei termini dei procedimenti, una più funzionale ultimazione dei lavori già previsti, attribuendo le funzioni inerenti alle pratiche all’ente locale più prossimo ai cittadini beneficiari, nonché a maggior conoscenza delle realtà territoriali interessate.

L’atto (Ordinanza n. 3 del 14 febbraio 2022) è consultabile all’indirizzo www.regione.emilia-romagna.it/terremoto, nella sezione “Atti per la ricostruzione”, e sarà pubblicato sul Bollettino ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna (Burert).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricostruzione, ai sindaci la gestione delle pratiche rimanenti per le abitazioni private

ModenaToday è in caricamento