Attualità

Due giorni di visita ai comandi modenesi per il Comandante Interregionale dell'Arma

Il Generale di Corpo d’Armata Antonio Paparella ha avuto colloqui approfonditi anche con i singoli comandanti di Stazione. Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli: “Collaborazione, anche con la Polizia locale, per la sicurezze”

Nei giorni di ieri e si oggi, 14 settembre, il Generale di Corpo d’Armata Antonio Paparella, comandante del Comando Interregionale Carabinieri “V.Veneto” di Padova, ha fatto visita al Comando Provinciale dei Carabinieri di Modena. Un’agenda intensa quella Comandante Interregionale nelle due giornate di visita, durante le quali ha avuto modo di incontrare i suoi militari e visitare alcune caserme della provincia. Nella circostanza non è mancata l’occasione per fare anche visite di cortesia alle massime Autorità provinciali. 

Nel corso della visita istituzionale al Comando Provinciale, in Viale Tassoni, nel piazzale della storica Caserma “Messineo”,  sede storica del Comando Provinciale di Modena fino al 2003, nel rigoroso rispetto delle norme di prevenzione della diffusione del covid-19 e alla presenza del Comandante Provinciale Col. Marco Pucciatti, il Generale C.A. Paparella ha incontrato e conferito singolarmente con i 39 Comandanti di Stazione, i 2 Comandanti di Tenenza, delle 4 Compagnie Carabinieri della provincia e della rappresentanza militare del Comando Legione Carabinieri Emilia Romagna. Successivamente ha incontrato i Comandanti del Gruppo CC Forestale di Modena, del N.I.P.A.A.F. e del N.I.L., alla presenza del Coordinatore Provinciale dell’Associazione Nazionale Carabinieri e del Vice Presidente dell’Associazione Nazionale Forestale.  

Il Gen. C.A. Antonio Paparella, parlando con il personale e constatando l’impegno profuso dai suoi uomini nell’assolvimento dei compiti istituzionali, si è complimentato per i risultati quotidianamente conseguiti nella lotta alla criminalità esortando i militari a proseguire con la stessa passione e tenacia, mantenendo saldi quei valori propri dell’Arma dei Carabinieri, che da secoli permettono all’Istituzione di rendere un servizio sempre aderente e sensibile alle esigenze dei cittadini. 

La visita è proseguita presso alcuni comandi Arma della provincia: alla Compagnia Carabinieri di Pavullo nel Frignano, ove ha potuto apprezzare anche l’impegno profuso dai Carabinieri nel servizio di soccorso in montagna,  oltre alla Stazione di Prignano sulla Secchia, ove ha voluto incontrare tutti i suoi Carabinieri.

Ieri Paparella è stato ricevuto in Piazza Grande dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli. La visita di cortesia, a cui era presente anche il comandante della Polizia locale di Modena Roberto Riva Cambrino, ha consentito di sottolineare al sindaco e al generale di corpo d’armata Paparella, accompagnato dal comandante provinciale di Modena, colonnello Marco Pucciatti, “il rapporto di collaborazione” che si è consolidato nel tempo tra l’Amministrazione comunale e i carabinieri. L’Arma, grazie anche a un’importante presenza sul territorio, costituisce infatti “una componente significativa del sistema formato dalle forze dell’ordine e dalla Polizia locale che condivide criticità e soluzioni con l’obiettivo di garantire sicurezze, declinato al plurale, nell’interesse della comunità”.

Il sindaco ha donato al generale Paparella il volume “Il Balsamico. L’oro nero di Modena” (libro che racconta il mondo dell’Aceto Balsamico di Modena: origini, storia e caratteristiche, nelle sue fondamentali varianti Dop e Igp e con gli abbinamenti proposti in ricette d’autore) e una bottiglietta di aceto balsamico dell’acetaia comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due giorni di visita ai comandi modenesi per il Comandante Interregionale dell'Arma

ModenaToday è in caricamento