Questura sotto organico, ma il sindacato attacca: "Personale regolarmente inviato in altre province"

Agenti e dirigenti modenesi si spostano continuamente in altri territori per esigenze di ordine pubblico: dovranno presidiare anche i CPR nelle città del sud. Il Siulp ironizza: "Vuol dire che a Modena c'è un esubero"

Nella Polizia di Stato a Modena "c'è un esubero di personale". Il sindacato Siulp lancia la provocazione per denunciare come "in maniera sempre più costante personale di Polizia di questa provincia, su disposizione del ministero dell'Interno, viene aggregato in altre località per varie esigenze di ordine e sicurezza pubblica". 

C'è un'esigenza a Perugia per un evento di ordine pubblico? "Ecco che da Modena deve partire un ispettore con un agente per oltre 15 giorni". Oppure "ci sono le Universiadi a Napoli? Modena deve prontamente fornire funzionari, ispettori e relativi autisti". Il "Cpr (centro per i rimpatri) di Crotone ha difficoltà di personale? Un sostituto commissario e un agente da Modena non possono mancare". E se "la frontiera di Ventimiglia necessita di rinforzi dalla Questura di Modena un funzionario e un agente sono obbligati ad andare". è infine anche il caso di Potenza, dove il Cpr necessita di ulteriore vigilanza e "la solita Modena" contribuisce con quattro agenti per tutto il mese di agosto.

Non è tutto perchè, afferma il Siulp "il ministero ha già comunicato che per esigenze connesse ai Cpr (Centri Permanenza e Rimpatrio) Cpa (Centri Prima Accoglienza) Cara (Centri Accoglienza Richiedenti Asilo) e Hot Spot di Taranto, Ragusa, Potenza, Crotone, Messina e Trapani, per tutti i mesi di settembre, ottobre e novembre, Modena dovrà fornire continuativamente personale di Polizia da aggregare in quelle località, per turni di quindici giorni alla volta". 

Insomma "uno stillicidio continuo di personale che deve lasciare la propria mansione abituale e recarsi a lavorare in un'altra provincia, tralasciando il proprio lavoro- il quale evidentemente si accumula sulla scrivania- oppure sguarnendo servizi operativi di investigazione, controllo del territorio eccetera". Una situazione "grave, che suona come uno schiaffo in faccia non solo alla Polizia ma all'intera comunità modenese che, nonostante gli evidenti problemi che vengono quotidianamente vissuti dalla gente, deve pagare un ulteriore prezzo in favore di altre province". 

A fronte di questa situazione, quindi, il sindacato annuncia che presenterà a breve "un'analisi di dettaglio sui problemi di ordine e sicurezza pubblica, criminalità e realtà socio-economica" modenese, "che invieremo ai vertici del ministero e alla politica che ci vuole ascoltare e che vuole fare".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

Torna su
ModenaToday è in caricamento