"Sminuita l'attività dei poliziotti", il sindacato contro i vertici della Questura

Critiche da parte del Siulp sui rapporti tra Questura e media locali: "Un quadro d’insieme parziale e distorto per il cittadino"

Il Siulp - Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia - di Modena interviene con una nota a seguito della brillante operazione condotta dagli agenti della Squadra Volante lo scorso mercoledì, quando le pattuglie hanno fatto irruzione nello stabile abbandonato della ex Termosanitari Corradini, scoprendo un'occupazione abusiva di ben 14 persone, tra cui spacciatori, latitanti e clandestini. La sigla sindacale coglie l'occasione per sottolineare un tema particolare: "Spiace però rilevare che, in tante altre occasioni, l’attività della Squadra Volante e di altri uffici della Polizia di Stato non solo non è stata – a parer nostro – adeguatamente divulgata presso i mass media, ma in alcuni casi tali attività sono apparse minimizzate e sminuite dai vertici, per motivi che francamente non comprendiamo", spiega il sindacato.

Una "frecciata" ai vertici della Questura, dunque, che coinvolge direttamente anche l'attività dei media locali:  "Tali comportamenti paiono stridere fortemente rispetto a quelli di altre forze di polizia di questa provincia, che si curano di divulgare adeguatamente presso l’opinione pubblica ogni loro singola attività, magari anche non esattamente eclatante, sempre con dovizia di particolari e di dettagli".

"La scarsa divulgazione dell’attività della Polizia di Stato modenese produce a parer nostro effetti negativi riguardo la valorizzazione del lavoro dei poliziotti, mestiere che diventa ogni giorno più difficile e soprattutto pericoloso: lavoriamo perché abbiamo giurato e perché siamo pagati per farlo, ma la comunicazione presso l’opinione pubblica di quanto viene costantemente e faticosamente fatto, è un valore aggiunto di primaria importanza", lamenta il Siulp. "L’altro effetto negativo della scarsa pubblicizzazione dell’attività di polizia svolta, è il quadro d’insieme parziale e distorto che il cittadino – ma non solo - può così ricevere, in quanto la sensazione che può farsi strada è che la risposta della Polizia in tema di criminalità e sicurezza pubblica, sia inadeguata o non commisurata alle esigenze e alle richieste del territorio".

L'analisi del sindacato di polizia è attenta e, a parere di chi scrive, corretta. Anche se questo tema può apparire marginale, in realtà il ruolo della comunicazione esterna delle forze dell'ordine gioca oggi, nell'era dell'informazione, un ruolo fondamentale. Già in passato avevamo sottolineato un atteggiamento di chiusura da parte della Questura, che purtroppo non ha subito sostanziali miglioramenti. Le cause sono complesse e vedono una commistione di ragioni organizzative e politiche, intese nel senso più ampio del termine. Una riservatezza che, lo ribadiamo, è del tutto legittima, ma - che come ha sottolineato il sindacato - risulta quantomeno inopportuna, sia per ragioni di valorizzazione dei sacrifici del personale in divisa, sia per ragioni di pubblica utilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

  • Contagi in leggero calo oggi a Modena, ma è record i decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento