menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rompe una ciaspola e rimane bloccato su una parete ghiacciata del Cimone

Il 29enne è stato soccorso da un tecnico del Saer. E' illeso

È successo oggi 19 febbraio al Cimone, comune di Sestola, intorno alle 14.00. Un operatore del Soccorso Alpino e Speleologico, stazione Monte Cimone, che si trovava già nel comprensorio sciistico quando viene avvertito dai Carabinieri, anche loro presenti per il servizio di vigilanza e soccorso che degli escursionisti, scendendo da Pian Cavallaro, hanno visto due persone scivolare nella zona del Pulpito (parete nord del Cimone).

Immediatamente i militari e il Tecnico del CNSAS con le motoslitte si dirigono sul punto indicato dove trovano le tracce della scivolata, ma sul posto non c’è nessuno.  Mentre i soccorritori si trovavano in zona, vengono raggiunti da alcuni sciatori che segnalano la presenza di un uomo sulla parete nord del Cimone fermo ormai da diverso tempo e sembra essere in difficoltà. il Tecnico del CNSAS, con piccozza e ramponi, in quota c’è ghiaccio molto compatto, lo raggiunge ed effettivamente l’uomo, illeso, aveva una ciaspola rotta e non riusciva più a muoversi. Con l’auto dei Carabinieri e di un maestro di sci l’uomo è stato imbracato e calato con la corda in punto sicuro. Il ragazzo di 29 anni residente a Crevalcore (BO), è poi rientrato in autonomia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento