menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Solidarietà, Castelvetro consegna 350 uova di Pasqua all’Istituto ortopedico Rizzoli

Ha trovato concreta realizzazione questa mattina il progetto proposto dai bambini del Castelvetro Calcio insieme al Comune, con la consegna di ben 350 uova di Pasqua ai bambini ricoverati all’Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna nei reparti di Chemioterapia dei tumori dell’apparato locomotore, di Ortopedia e Traumatologia pediatrica e nella Clinica ortopedica e traumatologica III a prevalente indirizzo oncologico.

L’iniziativa, dal titolo “L’uovo di Pasqua sospeso”, ha visto questa eccezionale raccolta di uova di cioccolato presso la locale Conad in soli tre giorni, dando pratica dimostrazione della generosità dei cittadini castelvetresi.

A partecipare alla consegna Giorgia Mezzacqui, vicesindaco di Castelvetro, Roberto Ciavarella, responsabile della scuola del Castelvetro Calcio, Marco Ballotta, presidente del Castelvetro Calcio, Valerio Ristani del Conad e Benedetta Zanasi, mamma di un bimbo del Castelvetro Calcio in cura al Rizzoli, motivo dell’iniziativa di solidarietà proposta dai compagni di squadra. Calorosa accoglienza per la delegazione castelvetrese da parte dei medici e degli operatori sanitari del nosocomio bolognese (nella foto).

«E’ stata una bella iniziativa nata spontaneamente - ha detto il vicesindaco Mezzacqui – che ha messo insieme Comune, attività produttive, volontariato e persone: una rete straordinaria che ha messo al centro l’individuo e ha dimostrato che Castelvetro è un paese speciale, fatto di cuore e di energia, che sa essere davvero “comunità”».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento