rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

Gli specializzandi di Pediatria Unimore in visita alla Commissione Europea

L’iniziativa coincide con un aggiornamento dei programmi didattici della Scuola che prevedono, unici in Italia, l’acquisizione di competenze nell’ambito della Pediatria preventiva e sociale

Unimore innova anche nella formazione degli specializzandi e nella Scuola di specializzazione in Pediatria introduce, prima in Italia, attività formative e competenze nel campo della Pediatria preventiva e sociale. In quest’ottica, nelle settimane scorse, un gruppo di specializzandi del quarto e quinto anno della Scuola di Specializzazione in Pediatria è stato ospitato per un’intera giornata, a Bruxelles, dalla Commissione Europea dedicata alla Politica Sanitaria, grazie a un’iniziativa adottata dal Direttore della Scuola di Pediatria prof. Lorenzo Iughetti.

“Come Direttore della Scuola ho deciso di inserire all'interno dell'insegnamento di Pediatria anche argomenti di Pediatria preventiva e sociale – ha commentato il prof. Lorenzo Iughetti - che facessero comprendere ai discenti come le patologie pediatriche (e non) sono influenzate dal contesto in cui viviamo e come le politiche sovranazionali che caratterizzano il mondo della globalizzazione siano estremamente importanti nel definire le modalità di cura e prevenzione”.

Nel corso della giornata i medici specializzandi hanno potuto approfondire, grazie al dott. Marco Lopriore, esperto dell’EIPA - European Institute of Public Administration, i compiti e le responsabilità della Commissione Europea nel promuovere l’interesse generale e presentare al Parlamento europeo e al Consiglio proposte a tutela dei cittadini dell’Unione Europea.  A seguire la dott.ssa Isabel de la Mata, Principal advisor for Healt and crisis management della Commissione Europea ha illustrato gli aspetti che regolano i fondi strutturali europei e le modalità per accedere, in particolare, a quelli dedicati alla ricerca e all’innovazione, evidenziando come l'UE provveda a integrare le politiche nazionali e a proteggere l’Unione dalle minacce alla salute esterne aiutando i paesi membri ad affrontare le sfide comuni, fra cui le pandemie, promuovendo le vaccinazioni e combattendo il fenomeno crescente dell’antibiotico-resistenza attraverso campagne dedicate.

L'iniziativa si ripeterà ogni anno come elemento curriculare per favorire l'internazionalizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli specializzandi di Pediatria Unimore in visita alla Commissione Europea

ModenaToday è in caricamento