rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Attualità

Spogliatoi per il personale del 118, il sindacato: "Quando piove si allagano"

La Cisl parla di condizioni "indegne" per lo spazio ricavato in una struttura inadeguata in via Emilia Est

"L’altro giorno un operatore è dovuto tornare a casa letteralmente in mutande, perché le infiltrazioni di pioggia gli avevano bagnato gli abiti di ricambio custoditi nell’armadietto. È solo l’ultimo disagio, e nemmeno il più grave, patito dagli operatori modenesi del 118, alle prese con l’inadeguatezza degli spogliatoi della centrale operativa, in via Emilia Est a Modena".

La denuncia arriva dalla Cisl, che ha ripetutamente sollevato il problema con l'Ausl. "Gli operatori del 118 utilizzano spogliatoi ricavati da un’edicola e un chiosco per fiori. In pratica sono container in qualche modo adattati all’uso – spiega Alfonso Bracigliano, sindacalista della Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale – Da oltre due anni, cioè dall’inizio della pandemia, si sono rivelati del tutto inadeguati. I locali sono angusti, con spazi minimi tra un armadietto e l’altro. Il soffitto è puntellato da pali e quando piove gli spogliatoi si allagano. Inoltre manca il riscaldamento. In estate ovviamente non è un problema, mentre lo è nella stagione fredda".

"Bisogna considerare – aggiunge Bracigliano - che, quando rientra dal servizio, l’operatore è sudato; deve poter svestire la divisa e indossare abiti “borghesi” caldi e asciutti. Da due anni, invece, ai lavoratori non sono garantite condizioni minime di igiene e sicurezza. L’Ausl lo sa, perché le abbiamo formalmente segnalato la situazione più volte ma, nonostante impegni e promesse, i problemi non sono ancora stati risolti".

I locali sono utilizzati da 130 operatori. Ha bisogno degli spogliatoi per la vestizione e svestizione della divisa anche chi non è fisso su Modena, ma copre alcuni turni al mese o viene in città perché reperibile.

L'Azienda USL di Modena ha precisato in una nota di essere a conoscenza della situazione descritta dal sindacato e, con gli uffici preposti, è al lavoro per individuare adeguate soluzioni. Non appena insediata, la nuova Direzione aziendale è stata informata della situazione e ha voluto subito acquisire tutti gli elementi utili per effettuare le valutazioni del caso. 

"Sono in corso di valutazione alcune possibili soluzioni che garantiscano un adeguato comfort per gli operatori. L’Azienda USL si scusa per i disagi provocati dagli attuali spazi degli spogliatoi, rassicurando ulteriormente sulla volontà di superare la situazione attuale", si legge nella nota.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spogliatoi per il personale del 118, il sindacato: "Quando piove si allagano"

ModenaToday è in caricamento