Covid. Attivata a Mirandola la stazione per la sanificazione della ambulanze

Allacciata in tempi record dai tecnici di E-Distribuzione una fornitura straordinaria alla rete elettrica nell’ex area PMAR di Mirandola per la realizzazione di una postazione destinata alla sanificazione delle autoambulanze e dei mezzi di trasporto per l’emergenza Covid-19

Mirandola ha la sua stazione attrezzata per la disinfezione delle ambulanze e dei mezzi di soccorso utilizzati sul territorio, per l’emergenza dettata dal Coronavirus. E’ stata realizzata ex area PMAR di Via Mazzone (parte est di Mirandola) e resa operativa in tempi di record dal COC Comunale, dopo la richiesta pervenuta dall’Autorità Sanitaria nei giorni scorsi.

Si è provveduto quindi ad allestire – grazie alla disponibilità immediata del Comitato di Franciacorta - una tensostruttura di 10 metri di larghezza per 12 metri di profondità e un'altezza di 4 metri in colmo. Ai cui lati sono stati posti due container per i servizi, messi generosamente a disposizione da un imprenditore agricolo mirandolese. 

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, ha prontamente risposto alla richiesta dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia Romagna, insieme al comune di Mirandola, per la fornitura di energia. Il collegamento alla rete, con potenza di 6 kW, è stato realizzato dai tecnici dell’Unità operativa di Mirandola ed è già operativo per tutte le esigenze richieste dalla Protezione civile.

“Continuiamo a lavorare con impegno e spirito di servizio sul territorio – ha detto Francesco Rondi, responsabile E-Distribuzione Area Centro Nord – garantendo un servizio primario alla nostra comunità. L’azienda elettrica è vicina e attenta alle esigenze del territorio e con l’iniziativa “Allacciamo le energie” vuole offrire un ulteriore contributo concreto a tutti i soggetti in trincea in questa battaglia contro il virus”.

Lunedì 6 aprile, a seguito della procedura di verifica da parte del Dipartimento di Sanità Pubblica, il presidio è divenuto operativo a tutti gli effetti, garantendo in questo modo, la sistematica disinfezione dei mezzi che trasportano soggetti positivi o sospetti totali e un conseguente maggior livello di sicurezza per il territorio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento