Attualità

Gli studenti del Barozzi vincono il primo premio “Hackathon for School Safety”

Sostenibilità ambientale, della sicurezza nelle scuole e sui nuovi bisogni educativi sono stati i temi dell'“Hackathon for School Safety”

L’Istituto tecnico economico “Jacopo Barozzi” di Modena vince con alcuni suoi studenti il primo premio nazionale dell’Hackathon for School Safety. Nei giorni scorsi si è svolta a Campobasso la ventiduesima tappa del progetto Futura, una tre giorni di conferenze, workshop, esperienze di innovazione laboratoriali per il Piano nazionale scuola digitale, rivolta a docenti, dirigenti scolastici e studenti.

Parte integrante dell’evento è stato l’“Hackathon for School Safety”, una vera e propria maratona di co-progettazione in cui 80 studenti provenienti da venti scuole italiane, con l’aiuto di mentor ed esperti, si sono confrontati sui temi della sostenibilità ambientale, della sicurezza nelle scuole e sui nuovi bisogni educativi. Obiettivo comune è stato quello di creare modelli, soluzioni e prototipi di “scuola del futuro”, a partire da un lavoro attento e puntuale sulla qualità, funzionalità e sicurezza degli spazi.

A rappresentare il Barozzi, gli studenti Chen Ming, Parminder Kaur, Marco Fullico e Giulia Logias delle classi quarte A e D dell’indirizzo SIA (Sistemi informativi aziendali), accompagnati dal professor Salvatore Parlato, docente di Informatica del nostro istituto. Gli studenti, divisi in dieci squadre composte da otto ragazzi provenienti da scuole diverse, si sono misurati in una maratona di progettazione lunga due giorni su due sfide: cinque gruppi hanno lavorato all’ideazione di un video educativo sulla sicurezza negli ambienti scolastici, altri cinque si sono invece impegnati nella realizzazione di un ambiente scolastico dalle caratteristiche tecnologiche innovative.

Nel corso della giornata finale, svoltasi nella cornice del teatro Savoia di Campobasso, i tre migliori gruppi per ciascuna delle sfide hanno presentato il proprio progetto alla giuria tecnica, che ha decretato così i vincitori della manifestazione.  Il progetto del gruppo di Chen consiste in un video educativo, della durata di circa un minuto, sul tema della sicurezza. Nello specifico, il video mostra gli effetti di un incendio causato dalla negligenza di uno studente che getta dalla finestra del bagno una cicca di sigaretta ancora accesa. Particolarità del video e l’effetto rewind, parte cioè dagli effetti e torna indietro, risalendo alle cause. Il claim finale è “nella vita non esiste il rewind”.

Grande successo per tre studenti della delegazione del Barozzi, che si sono qualificati alla fase finale: in particolare, il progetto di video educativo proposto dal team dello studente Chen Ming è risultato vincitore della competizione, guadagnando così il primo premio che consiste in un viaggio in California per visitare gli Studios di Hollywood.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti del Barozzi vincono il primo premio “Hackathon for School Safety”

ModenaToday è in caricamento