Scambi culturali, sono arrivati a Fiorano i ragazzi di Matera

Gli studenti sono ospiti nell’ambito del progetto di Casa Corsini per il braccio robotico che decorerà una casa-grotta a Matera

Tra lunedì e martedi scorsi sono arrivati a Casa Corsini, il fablab e coworking del Comune di Fiorano Modenese, a Spezzano, il gruppo di ragazzi della scuola secondaria di primo grado Nicola Festa di Matera che incontra i ragazzi della scuola secondaria di primo grado Ing. Carlo Stradi di Maranello, nell’ambito del progetto per realizzare un braccio robotico che dipingerà una casa grotta nella città capitale europea della cultura.  

Lunedì la visita è iniziata a Maranello, con l’accoglienza all’auditorium da parte dei ragazzi delle classi terze della Stradi, i saluti istituzionali, la proiezione di un video di presentazione del territorio, la visita alla biblioteca Mabic e alla lapide del partigiano Malavasi. Il pranzo e stato curato dal Comitato dei genitori e nel pomeriggio i ragazzi hanno visitato le Salse di Nirano. Ieri, martedì, la giornata è iniziata con la visita al Museo della Ceramica nel Castello di Spezzano e al Fablab Junior di Casa Corsini, con pranzo nella struttura e, al pomeriggio, irrinunciabile visita al Museo Ferrari.

La Scuola Secondaria di Primo Grado Ing. Carlo Stradi di Maranello e la Scuola Secondaria di Primo Grado Nicola Festa di Matera sono protagoniste del progetto del braccio robotico per Matera, perché realizzeranno i disegni che verranno poi riprodotti nella casa-grotta dal robot durante la performance artistica.

Grazie al supporto dell’Amministrazione Comunale di Fiorano Modenese, di Atom srl di Maranello e di Dierre Group di Fiorano, partendo dall’idea dell’artista Francesco Finotti, al Fablab di Corsini si sta realizzando un braccio robotico comandato a distanza che dipingerà pitture rupestri sulle pareti di una casa-grotta in occasione di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 nel periodo dall’1 giugno al 27 luglio.

“La mostra Inter/Abit/Azione  che inaugurerà il primo Giugno a Matera – Francesco Finotti - parte dalla stratificazione di varie epoche storiche e dalla conseguente sedimentazione dei comportamenti umani. Attraverso un rovesciamento formale, siamo interessati a far riemergere e riavvalorare, sviscerandoli, i concetti di abitare e di convivenza che erano usuali ai tempi delle ‘case grotta’. Già in queste prime fasi che hanno messo in relazione i makers del Fab Lab di Casa Corsini con, ad esempio, le attività produttive e le scuole medie Stradi di Maranello, oppure il gemellaggio con i ragazzi delle scuole di Matera che proprio in questi giorni, sono venuti in gita scolastica nel nostro territorio, ci ha fatto capire ancor di più quanto un progetto culturale sia determinante, nel momento in cui riesca ad allargare gli interessi  di un pubblico più ampio ed eterogeneo”.

Per le scuole maranellesi, il progetto ha previsto un percorso educativo di carattere tecnologico che consiste nella creazione di un pannello touch sonoro. Al termine, con l’aiuto di una scheda elettronica e di circuiti, toccando il pannello potranno essere ascoltate le testimonianze della comunità locale raccolte dagli studenti della Scuola Nicola Festa e dall’Archivio Storico di Matera. A Matera, invece, i ragazzi potranno apprendere la tecnica dell'affresco e comprendere come nasce un'opera d'arte e di quali suggestioni si arricchisca per trasmettere un messaggio al fruitore. Ragazzi e ragazze di entrambe le scuole, inoltre, saranno invitati a descrivere la propria quotidianità attraverso semplici disegni che verranno poi riprodotti nella casa grotta dal robot.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’idea del braccio robotico nasce e si sviluppa a partire dal territorio di Fiorano Modenese e Maranello, ma in stretta sinergia con Matera e la sua comunità e vede coinvolti soggetti pubblici, privati e del privato sociale. Il progetto è stato fin da subito elaborato tenendo conto del luogo di collocazione, la Storica Casa Grotta di Vico Solitario. Inoltre, il FabLab di Casa Corsini ha operato in stretta collaborazione con l’Associazione culturale “Gruppo Teatro Matera”, che gestisce la casa grotta, e il FabLab Syskrack di Grassano (MT), che fornirà assistenza nel corso della durata della performance artistica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Modena usano... il freddo!

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Temporali. Ancora grandine e vento forte, crollati diversi alberi

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento