Studenti Unimore in Cina, un meeting su problematiche ambientali internazionali

Quattro studenti del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche di Unimore partiranno per la Cina. Nell’ambito dell’University Immersion Program, frequenteranno corsi sulle strategie e sfide delle problematiche ambientali ed ecologiche

Quattro studenti del DSCG – Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche di Unimore sono stati ammessi all’University Immersion Program (UIP) della Sichuan University, a Chengdu (Cina) e saranno ospiti dell’ateneo asiatico dal 30 giugno al 13 luglio.

Sono Liam Vezzani, Federico Polli e Letizia Rattighieri del secondo anno del corso di laurea triennale in Scienze Naturali e Giulia Lodi del secondo anno del corso di laurea triennale in Scienze Geologiche.

Il programma generale UIP, coordinato per Unimore dal prof. Stefano Lugli, prevede più di 200 corsi tenuti da 75 docenti internazionali, cui partecipano più di novemila studenti cinesi e più di 500 studenti da oltre 40 paesi del mondo. Il programma specifico per gli studenti dell’Ateneo di Modena e Reggio Emilia sarà focalizzato sulle strategie e sfide delle problematiche ambientali ed ecologiche in Cina e sullo studio del terremoto del Wenchuan, una scossa di magnitudo 7.9 che nel 2008 provocò oltre 87mila vittime nella regione del Sichuan.

Il prof. Stefano Lugli, docente di riferimento per il gruppo di studenti Unimore presso l’università cinese, terrà nell’Ateneo di Sichuan un corso di “The conservation of the Modena World Heritage UNESCO site (Italy): a 2.200 years-long dramatic struggle against floods and earthquakes(La conservazione del sito UNESCO di Modena (Italia): una drammatica battaglia durata 2.200 anni contro inondazioni e terremoti), nel quale verranno presentati i risultati degli studi sulle alluvioni storiche dell’area urbana di Modena a partire dall’epoca romana e sui danni sostenuti dal Duomo in seguito ad antichi terremoti, con riferimenti e parallelismi alle alluvioni e ai terremoti nel territorio cinese.

La copertura dei costi di vitto e alloggio e spese di iscrizione e escursioni didattiche durante il soggiorno dei ragazzi modenesi sarà totalmente a carico dell’ateneo cinese. Altri 15 studenti Unimore hanno già partecipato alle edizioni precedenti del programma a partire dal 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro nero, sospesa l'attività di una pizzeria di Maranello

  • Scappa di casa a soli 10 anni, ritrovato in stazione in piena notte

  • Schianto sullo svincolo della Pedemontana, un ferito a Sassuolo

  • Memoria. Medaglia d'Onore per Giovanni Carlo Rossi, papà di Vasco

  • Licenziati due dipendenti della Polcart, i colleghi minacciano lo sciopero

  • Salvini chiude la campagna elettorale a Maranello. E arrivano le sardine

Torna su
ModenaToday è in caricamento