menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte Veggia, ok allo studio di fattibilità: 6 milioni per la messa in sicurezza

Previsti due diversi lotti per 'intervento sull'opera condivisa con il Comune di Casalgrande

La Giunta del Comune di Sassuolo ha approvato, nella seduta di martedì 6 ottobre, in mera linea tecnica lo studio di fattibilità denominato “Ponte Veggia – studio di fattibilità” dei Comuni di Sassuolo e Casalgrande, che prevede una spesa complessiva per complessivi € 6.180.626,12 compresa IVA e spese accessorie di competenza del Comune di Sassuolo per il 50%.

Nelle valutazioni tecniche economiche sono stati considerati separatamente due interventi definiti Lotto 1 e Lotto 2; Il Lotto 1: Intervento Ponte Veggia, comprende i lavori di messa in sicurezza per i carichi statici e riparazione locale del Ponte Veggia “storico” (comprensivo di marciapiede di servizio), mentre il Lotto 2: Prolungamento Camminamento tecnico lato Casalgrande su ponte Provinciale, prevede la realizzazione del marciapiede di servizio sul ponte della strada provinciale per garantire l’accesso tecnico in sicurezza anche dal lato Casalgrande. Le opere di ripristino/consolidamento delle strutture ammalorate del ponte Veggia previste nel Lotto 1 sono tali da garantire un adeguamento statico del “Ponte Veggia” nei confronti dei carichi statici. L’intervento del Lotto 2 consiste nel rendere omogenea la sezione di progetto del camminamento tecnico fra i due Comuni e lo si può fare restringendo di 10cm la carreggiata sul ponte sopra la provinciale, allargando il cordolo per poter posizionare il guard rail a filo interno, e spostando a bordo cordolo esterno la rete parapetto.

Rinforzo di pile e fondazioni sono da considerarsi interventi aggiuntivi all’intervento definito come “Base” per ottenere un miglioramento sismico del Ponte Veggia le quali sono ritenute le strutture più vulnerabili in condizioni sismiche. Il rinforzo di pile e fondazioni deve essere fatto in maniera simmetrica e quindi coinvolge sia l’impalcato stradale che quello ferroviario.

Per svolgere questi interventi è stato richiesto finanziamento per assegnazione di contributo anno 2020/21 per interventi riferiti ad opere pubbliche di messa in sicurezza di edifici e del territorio presso il Ministero dell’Interno, naturalmente per il 50% di competenza del solo Comune di Sassuolo pari a € 2.940.316,06.

“La sicurezza di chi transita sul ponte di Veggia – commenta il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani – è l’assoluta priorità tanto della nostra Amministrazione quando del Comune di Casalgrande. Gli oltre sei milioni necessari all’intervento deliberato sono necessari a fare questo, per realizzare una passerella ciclopedonale occorrerebbero ulteriori due milioni e mezzo circa che, al momento, non siamo in grado di reperire. In precedenza sono state fatte valutazioni sbagliate sulle condizioni del manufatto, ora noi dobbiamo intervenire nel più breve tempo possibile per assicurare l’incolumità di chi transita e transiterà negli anni futuri, Il ponte, per ora, è sicuro e può rimanere aperto ma non è dato sapere per quanto tempo rimarrà così. Si tratta di un’assoluta priorità sia per l’Amministrazione comunale di Sassuolo che per quella di Casalgrande”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, il 26,3% dei modenesi non è più "suscettibile d'infezione"

  • Cronaca

    Sassuolo, scoperti tre furbetti del reddito di cittadinza

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento