Fusione Policlinico-Baggiovara, dal 1 gennaio il passaggio del personale diventa definitivo

Firmata l'intesa per il trasferimento presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena del personale dell'Ospedale Civile di Baggiovara in assegnazione temporanea

L'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena e l'Azienda USL di Modena, con i sindacati di Area Comparto (RSU, FP CGIL, CISL FP, UIL FPL) e di Area Medica (ANAAO ASSOMED, AAROI EMAC, CGIL FP MEDICI, CIMO), hanno condiviso il percorso sul trasferimento del personale dell'Ospedale di Baggiovara dall'AUSL all'AOU di Modena. La sperimentazione organizzativa di integrazione tra Baggiovara e Policlinico ha avuto esito positivo e dunque, a decorrere dal 1 gennaio 2020, tale sistema si considera consolidato.

"Il percorso che giunge a compimento conferma il ruolo centrale del sistema delle relazioni sindacali a livello aziendale, quale sede deputata all’applicazione degli istituti contrattuali, e riconosce il fondamentale contributo del personale, inteso come apporto diretto delle diverse professionalità e dei livelli di responsabilità impegnati, nel buon esito della sperimentazione", spiegano le aziende in una nota.

Già dal 1° gennaio 2019 l'AOU di Modena è costituita da un unico presidio e si articola nei due stabilimenti ospedalieri (Policlinico di Modena e Ospedale Civile di Baggiovara); il percorso di "unificazione" diventa completo con il passaggio definitivo all’AOU del personale che a fine 2019 risulta collocato in assegnazione presso l’Ospedale Civile. In questo modo l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena subentra a tutti gli effetti e senza soluzione di continuità nei rapporti di lavoro in essere in capo all’Azienda USL di Modena e direttamente riferiti alla gestione dell’Ospedale Civile di Baggiovara. Si tratta di circa 1080 dipendenti, di cui 220 medici e 860 dipendenti del comparto sanitario.

Con il percorso di condivisione sono stati assunti importanti impegni finalizzati alla graduale armonizzazione del trattamento economico e giuridico del personale, nei diversi aspetti (parametro di riferimento minimo, trattamento accessorio, trattamento economico accessorio collegato alla performance organizzativa ed individuale, ecc). L’intesa garantisce ai dipendenti il mantenimento dell’anzianità di servizio e dell’anzianità di fascia, l’applicazione della contrattazione integrativa e della regolamentazione sull’orario di lavoro in vigore all’AOU; l’estensione al nuovo personale delle modalità di accesso alla mensa vigenti in AOU non ché la revisione delle regole di accesso per il personale AUSL.

È inoltre previsto che le due Aziende Sanitarie modenesi ammettano fino a tutto il 2025 il personale dipendente di area comparto di entrambe le aziende alle proprie procedure di mobilità interna - dall’AUSL verso l’Ospedale civile di Baggiovara e dall’Ospedale Civile di Baggiovara verso l’AUSL - con le stesse prerogative dei propri dipendenti, al fine di salvaguardarne le esigenze collegate sia alle prospettive di sviluppo e di crescita professionale, che alla tutela di particolari esigenze personali e/o familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento