Giovedì, 5 Agosto 2021
Attualità Piazza Grande, 14

Verso un servizio "normale", Ufficio Tutistico tutti i giorni a orario continuato

Novità per i servizi di informazioni e accoglienza turistica affidati con gara pubblica a Modenatur fino al 2021. Nuove tecnologie e visite anche al Teatro Comunale Pavarotti

Da mercoledì 1 agosto, l'ufficio di informazione e accoglienza turistica di Piazza Grande n.14 (Iat) funziona tutti i giorni della settimana a orario continuato dal lunedì al sabato dalle 9 alle 18 e la domenica dalle 9.30 alle 18. Da ora in avanti solo due chiusure nell’anno: il giorno di Natale e la domenica di Pasqua. È la novità più rilevante e immediata per turisti e cittadini emersa con la gara per la gestione dei Servizi di Informazione e accoglienza turistica comunali (piazza Grande, Stazione Fs, ModenaFiere) per gli anni 2018 – 2021. Una novità che mette Modena al pari con le realtà turistiche di maggior interesse.

Ma l'offerta progetto presentata da Modenatur al Comune propone anche altri sviluppi che saranno introdotti nei prosismi mesi in fasi successive: dagli allestimenti alla strumentazione tecnologica, dalle azioni informative all'attività social e web, fino alla formazione e alla capacità di fare rete a livello provinciale e regionale con le realtà del territorio. Ad esempio, nella sede Iat di Piazza Grande nelle prossime settimane sarà installato in vetrina un monitor che promuove a ciclo continuo gli eventi in corso e futuri, mentre da sopra l’ingresso, dopo l’estate un proiettore invierà immagini/video differenziate su tre pannelli, posti sopra il front office. Ci sarà anche un punto book crossing e, inoltre, ogni 3 mesi sarà allestito un corner informativo espositivo tematico, dedicato a varie tipologie di offerta turistica.

Sul fronte delle nuove tecnologie di comunicazione, oltre ai social in uso (Facebook Pinterest, Instagram e Twitter) sarà attivata una “Live Chat” su visitmodena.it con cui l’operatore Iat, identificato con nome e foto, sarà a disposizione dell’utente per informazioni dirette ed immediate durante l’orario di apertura dell’ufficio. 

Sarà disponibile un numero dedicato per la piattaforma “whatsapp business” oltre a un account skype visitmodena a cui risponderà l’operatore durante le ore d’ufficio. Si utilizzerà, inoltre, un software evoluto che permette di promuovere e vendere tour e attività con soluzioni di prenotazione e pagamento online, multilingue e multi-valuta, usato da clienti in 130 paesi del mondo e da 18 società che gestiscono servizi informativi, aderenti alla rete regionale Erw (Emilia Romagna Welcome). Alla rete aderirà, dal 2019, anche lo Iat di Modena, e ciò permetterà di creare un portale dove raggruppare e coordinare tutta l’offerta di attività e tour del territorio e di metterla a sistema a livello regionale, aggregando in uno stesso spazio virtuale l’offerta di una molteplicità di operatori, con la possibilità di attrarre maggiori quote di domanda, realizzando così, di fatto, una forte sinergia nell’acquisizione di nuovi visitatori.

“Con le novità allo Iat, in un mix di strumenti tradizionali e altri digitali fortemente innovativi – commenta Ludovica Carla Ferrari, assessora comunale a Promozione della Città e Turismo - si struttura ulteriormente il sistema dell’accoglienza in città, di fronte a un aumento costante di turisti e visitatori anche in questi mesi, caratterizzati dalla crescita del numero di turisti stranieri a Modena e nel territorio”.

lle tradizionali attività di organizzazione e gestione di visite guidate tematiche ai luoghi dell'arte (Palazzo ducale, sito Unesco, Musei e Galleria Estense), del food e dei motori, si aggiungono visite regolari al Teatro Comunale “Luciano Pavarotti”. Nel punto informativo saranno disponibili per giornalisti e blogger dei materiali informativi in italiano e inglese e immagini utili per il loro lavoro, oltre a mini kit dedicati ai bambini fino a 6 anni di età, in visita a Modena con le famiglie.

L’affidamento a Modenatur dei servizi di informazione e accoglienza turistica comunali per tre anni fino al 2021 corrisponde a circa 554 mila euro oltre a oneri Iva. Parte di questi saranno versati dall’azienda di trasporto pubblico Seta, per la co-gestione del punto di informazione turistica alla Stazione Ferroviaria, che è anche biglietteria e dà informazioni per la mobilità urbana ed extraurbana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso un servizio "normale", Ufficio Tutistico tutti i giorni a orario continuato

ModenaToday è in caricamento