Aerei a minor impatto ambientale, Unimore coordina il progetto europeo RAISE

Migliorare l'affidabilità degli azionamenti elettrici e ridurre l'inquinamento: è l'obbiettivo del progetto inserito in H2020 e ora passato in mano al nostro Ateneo

Unimore è ufficialmente il nuovo coordinatore del progetto europeo RAISE – “Reliable Aircraft electrical Insulation System sElection”. Si è appena conclusa la visita al Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dei ricercatori di Liebherr Aerospace, multinazionale leader nel settore aerospaziale e dei sistemi di trasporto, nonché core-partner del consorzio Clean Sky e topic manager del progetto RAISE.

Il progetto RAISE, iniziato il 1° marzo scorso, è finanziato dal consorzio Clean Sky, il maggior programma di ricerca a livello europeo, inserito all’interno del sistema di finanziamenti Horizon 2020, che mira allo sviluppo di soluzioni innovative per la riduzione di CO2, di gas serra e dell’inquinamento acustico prodotto dagli aeromobili.

All’inizio il coordinamento era affidato all’Università di Parma; in seguito al recente passaggio al DIEF di Unimore dei proff. Davide Barater, recentemente nominato valutatore esperto per la Comunità Europea in H2020 e di Giovanni Franceschini, Unimore ha preso il posto dell’Ateneo di Parma nel consorzio, assumendo, a partire dal 2 Ottobre 2018, anche il ruolo di coordinatore, con il prof. Barater come Principal Investigator.

“RAISE è il secondo progetto europeo, in campo aereospaziale, di cui il nostro gruppo di ricerca è coordinatore - ha commentato il prof. Davide Barater -. Ciò ci ha permesso di interagire con centri di eccellenza e approfondire le conoscenze in un campo di ricerca particolarmente competitivo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo scopo principale del progetto è di migliorare l’affidabilità degli azionamenti elettrici utilizzati in applicazioni aerospace secondo la filosofia MEA: More Electric Aircraft. Altro obiettivo è quello di diminuire l’impatto ambientale dei futuri mezzi di trasporto. I risultati ottenuti potranno avere importanti ricadute anche in altri settori, in particolare, quello automotive, dove lo sviluppo di soluzioni ibride ed elettriche pone problemi analoghi a quelli riscontrati nella progettazione degli azionamenti in campo aerospaziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Modena usano... il freddo!

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Temporali. Ancora grandine e vento forte, crollati diversi alberi

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento