Biosensori in campo medico, uno studio Unimore su una rivista internazionale

E’ l’ingegner Nicolò Zagni di Unimore il giovane dottorando del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” ad essere il primo firmatario di un articolo pubblicato su una rivista internazionale. Lo studio è sui biosensori da impiegare in ambito medico

Unimore continua a generare studiosi validi in tutto il mondo. Il  lavoro di un giovane dottorando Unimore, Nicolò Zagni, del Corso di Dottorato Internazionale in Information and Communication Technologies, suscita l’apprezzamento di un’importante rivista scientifica internazionale: la Applied Physics Letter, una rivista scientifica statunitense nel campo della fisica applicata e dell’ingegneria.

La ricerca condotta dal giovane dottorando, che ha potuto usufruire del programma di AteneoBando per il finanziamento di azioni di mobilità nell’ambito del programma di collaborazione scientifica dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia con università straniere”, riguarda lo studio di biosensori avanzati da impiegare in laboratori miniaturizzati su chip per applicazioni come test di tipo ‘Point-Of-Care’ e medicina personalizzata.

Lo studio verte sulla implementazione di biosensori basati su transistor a effetto di campo di nuova generazione che permettono di migliorare la sensibilità alla ricezione di biomolecole e di ridurre i disturbi di misura, migliorando così la tecnologia attualmente disponibile.

Il riconoscimento conferitomi è sicuramente motivo di orgoglio per me – afferma l’ing. Nicolò Zagni di Unimore, autore della ricerca – e dimostra la qualità del lavoro svolto durante il mio soggiorno all’estero, che mi ha permesso vi venire in contatto e collaborare con una prestigiosa istituzione statunitense. Questo riconoscimento è anche per me di stimolo a cercare di migliorare il mio futuro lavoro di ricerca.

La ricerca, di cui Nicolò Zagni è primo autore dell’articolo, è stato svolto in collaborazione con il professor Muhammad Ashraf Alam della Purdue University (USA), esperto di biosensori e dispositivi elettronici, che ha ospitato il ragazzo presso il suo laboratorio per compiere l’attività di ricerca.

Nicolò Zagni

Nicolò Zagni ha conseguito la laurea magistrale in Ingegneria Elettronica all’Università di Modena e Reggio Emilia nel febbraio 2016, e da novembre 2017 è studente di dottorato presso la Scuola di Information and Communication Technologies (ICT) al Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena. I suoi interessi di ricerca sono nella modellizzazione e caratterizzazione di dispositivi elettronici di ultima generazione per applicazioni in ambito digitale, sensoristico e circuiti di potenza. Nel 2016 è stato selezionato dalla Commissione Europea per partecipare alla conferenza °International Nanotechnology Conference°, presso il Centro di Ricerca IMEC a Lovanio (Belgio). Nel 2018 e 2019 è stato Visiting Scholar presso la Purdue University (USA). Nel 2018, è stato nominato Golden Reviewer per la rivista scientifica dell’IEEE “Transactions on Electron Devices”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Cena aziendale degenera, minaccia il collega armato di coltello e forchettone

  • Truffa del CD-rom, incastrato un 45enne dopo sette colpi in città

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Si affrontano in strada per una donna "contesa", feriti e denunciati

Torna su
ModenaToday è in caricamento