Venerdì, 23 Luglio 2021
Attualità

La delegazione modenese nel campo di Makhmura strappato all'Isis

Nuovo viaggio di Franco Zavatti (Cgil) nel Kurdistan iracheno, per verificare le condizioni dell'ospedale finanziato con le donazioni modenesi

È partita in questi giorni una delegazione verso Erbil, capitale della regione autonoma kurda del Nord Iraq, compresa nel triangolo ai confini con Iran, Turchia e Siria, duramente contesa -ma altresì ben difesa dai kurdi – nel corso degli aspri scontri con l’Isis. Si tratta di una delegazione organizzata dall’Associazione “verso il Kurdistan-onlus”, con la quale la Cgil di Modena da tempo collabora con numerose “adozioni a distanza” per assicurare la scuola a bambine e bambini di famiglie colpite dalla violenza repressiva dell’Isis e del regime turco.
Una visita – cui partecipa anche Franco Zavatti della Cgil modenese – che ha l’obiettivo di portare solidarietà e cooperazione concreta a quel popolo, incontrando rappresentanze istituzionali del territorio kurdo, organizzazioni sociali e del volontariato.

Si ritornerà nei tanti ed affollati campi profughi di Kirkuk e Dohuk, di quelli situati lungo l’incerto confine siriano “e, soprattutto, – afferma Zavatti – ritorneremo al campo di Makhmura, con profughi scacciati dalla Turchia, dove siamo impegnati, da prima della guerra con Isis, nella realizzazione di un piccolo ospedale per fare fronte alle tante emergenze e bisogni. La costruzione dell’ospedaletto era già stata avviata nel 2014 con le risorse portate dalla nostra Associazione/onlus, poi sospesa a causa dell’invasione Isis”. Makhmura è poi stata riconquistata dai partigiani kurdi, ma la relativa vicinanza del “confine” col califfato nero, aveva imposto la temporanea sospensione dei lavori a causa dei lanci di razzi Isis.

La delegazione verificherà, in attesa dell’ulteriore consolidamento del controllo kurdo sui loro territori, la possibile ripresa dei lavori e le condizioni del “magazzino” con l’ingente carico di attrezzature sanitarie – preziose per il futuro ospedaletto – arrivate dal modenese: recuperate a seguito dei lavori di rifacimento/ristrutturazione post-terremoto dei nostri ospedali di Carpi e Mirandola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La delegazione modenese nel campo di Makhmura strappato all'Isis

ModenaToday è in caricamento