rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità Vignola

Vignola: la situazione torna alla normalità, in corso la pulizia di tubature e caditoie

Scuole aperte nella giornata di mercoledì 22 maggio. E’ cominciata la conta dei danni: oltre una quarantina gli interventi portati a termine nella notte dai tecnici del Servizio idrico e dal personale di Inrete Distribuzione Energia

Il Coc, Centro operativo comunale, di Vignola sarà chiuso, per precauzione, fra poche ore dopo che è rimasto in funzione ininterrottamente dalle 18.00 di lunedì 20 maggio a causa del violento nubifragio che si è abbattuto sul nostro territorio.

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI MODENATODAY

Nel primo pomeriggio, è stato fatto il punto della situazione, presso il Polo della sicurezza, alla presenza dell’assessora alla Protezione civile della Regione Emilia-Romagna Irene Priolo. La situazione a Vignola sta tornando progressivamente alla normalità.

Situazione strade

In mattinata, tutte le strade erano percorribili, mentre i tecnici comunali erano al lavoro per verificare lo stato delle sedi scolastiche. Per la giornata di martedì 21 maggio, infatti, con un’ordinanza sindacale, è stato deciso di tenere chiuse le scuole per consentire verifiche più puntuali. Dai primi riscontri si segnalano, per fortuna, solo infiltrazioni e allagamenti circoscritti in alcune parti degli edifici. Le scuole saranno quindi aperte di nuovo regolarmente nella giornata di mercoledì 22 maggio. Verranno riaperti anche il Centro socio-riabilitativo I Portici, il laboratorio occupazionale Caspita, e il Centro diurno anziani che erano stati chiusi in via precauzionale.

Ospedale e garage privati

Anche l'Ospedale di Vignola, che ha subito infiltrazioni al Pronto soccorso e nei locali interrati, ha sempre garantito l'attività.

Torrenti e canali tracimati, cosa è successo a Vignola e Savignano

Nel tardo pomeriggio di ieri e nella nottata decine di segnalazioni di scantinati e garage allagati, ma anche tetti che non sono riusciti a reggere la mole d’acqua e hanno allagato le stanze sottostanti. E’ cominciata ora quindi la conta dei danni.

Pulizia caditoie e tubature

I tecnici del Servizio idrico del Gruppo Hera anche oggi stanno intervenendo nelle zone colpite dal nubifragio che ieri sera ha interessato soprattutto i territori di Vignola e Savignano sul Panaro. In particolare, sono in corso la pulizia delle caditoie - che potrebbero essere intasate da fango e detriti portati dall’esondazione di fossati e canali - e ricognizioni su tubature e allacciamenti.

Malgrado la pioggia torrenziale, non si registrano particolari problemi alle infrastrutture della multiutility che, nella notte appena trascorsa, è intervenuta con tutte le squadre reperibili in supporto ai vigili del fuoco, rispondendo a oltre una quarantina di chiamate.

Servizio elettrico

Per quanto riguarda il servizio elettrico, i tecnici di Inrete Distribuzione Energia, società del Gruppo Hera che si occupa della distribuzione di gas ed energia elettrica, sono intervenuti soprattutto negli scantinati allagati di abitazioni private per mettere in sicurezza i contatori elettrici.  

Poco dopo le ore 12 di oggi è stato inoltre ripristinato il servizio di energia elettrica agli utenti della zona di via Tavoni e via Po a Formica di Savignano, dove la pioggia torrenziale aveva causato lo scatto della linea. Qui è in corso la sostituzione dei contatori per una ventina di utenze. I servizi ambientali sono garantiti ad eccezione delle strade non percorribili.

Preoccupano le campagne, ora imbibite d’acqua, e soprattutto le ciliegie la cui stagione di raccolta è appena cominciata e su cui gli agricoltori, già pesantemente danneggiati l’anno scorso, riponevano tante speranze.

La pioggia, che aveva già cominciato a cadere dalle 15.00 circa, attorno alle 16.00 è diventata battente e ha riversato, in pochi minuti, una quantità d’acqua imponente sul nostro territorio, oltre 170 millimetri d’acqua caduti in tre ore, quanto normalmente cade in tre mesi. Le fogne, in molti punti, non sono riuscite a contenere l’acqua che si riversava sulle strade. I punti più critici sono stati via del Commercio nella zona artigianale, la circonvallazione, dove il fossato che corre al lato si è riversato sul centro della strada, l’incrocio tra viale Vittorio Veneto e via Vescovada dove la forza dell’acqua ha fatto saltare i tombini, e via Goldoni a Brodano. La Polizia locale e i tecnici comunali hanno chiuso, per un paio d’ore circa, al transito veicolare il tratto di via per Sassuolo compreso tra la rotatoria del Pam e via Paraviana.

L’Amministrazione comunale ringrazia tutti coloro che si sono messi subito a disposizione per l’emergenza e i controlli successivi, al lavoro le squadre dei Vigili del fuoco, la Protezione civile, la Polizia locale, le Forze dell’ordine e i tecnici comunali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vignola: la situazione torna alla normalità, in corso la pulizia di tubature e caditoie

ModenaToday è in caricamento