menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“White Energy Week”, terza edizione per il progetto sull'efficienza energetica rivolto alle scuole

Prende il via oggi la terza edizione della “White Energy Week”, il progetto per le competenze trasversali e l’orientamento (P.C.T.O.) ideato da Seaside, ESCo del Gruppo Italgas, e sviluppato in collaborazione con ENEA e Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna. Obiettivo dell’iniziativa: sensibilizzare i più giovani sul tema dell’efficienza energetica e sui comportamenti più sostenibili da adottare nel quotidiano. Il progetto, che quest’anno si svolgerà in modalità digitale, impegnerà gli studenti anche in prove pratiche attraverso le quali vestiranno i panni di provetti Energy Manager per realizzare una vera diagnosi energetica.

Nell’edizione 2020-2021, che si concluderà venerdì 26 marzo, gli studenti saranno dunque affidati a tutor specializzati che indicheranno loro le metodologie da applicare attraverso lezioni in DAD (Didattica a Distanza) e si eserciteranno nella raccolta e analisi dei dati energetici, economici e ambientali utilizzando gli strumenti realizzati e messi a disposizione da Seaside ed ENEA. In questo modo potranno portare a termine il role play di quest’anno che prevede la redazione della diagnosi energetica del proprio edificio scolastico. Una scelta che ha un duplice scopo: rendere i partecipanti consapevoli dei consumi energetici di edifici che, nella maggioranza dei casi, fanno parte del parco edilizio della Pubblica Amministrazione e sono quindi a disposizione dalla collettività, nonché creare una coscienza sostenibile nei ragazzi che li porti ad attuare le buone pratiche ambientali non solo a casa, ma anche in luoghi fondamentali per la loro crescita, come la scuola.

Al termine della settimana di attività, gli studenti presenteranno le loro diagnosi ai docenti e alle loro famiglie, e al team di Energy Manager di Seaside ed ENEA, con quest’ultimi che saranno chiamati a valutare gli elaborati. Inoltre, gli studenti saranno coinvolti anche in un questionario che permetterà di verificare le competenze acquisite in ambito di efficienza energetica e sostenibilità ambientale.

Alla terza edizione della “White Energy Week” partecipano circa 25 classi di istituti scolastici della Regione Emilia-Romagna, con un coinvolgimento totale di oltre 500 studenti. I numeri, in continua crescita, dimostrano una grande partecipazione e sensibilità da parte degli organismi pubblici e delle scuole che vedono in progetti come questo una grande occasione per insegnare ai giovani il valore e l’importanza di comportamenti ambientalmente sostenibili, a tutela del nostro Pianeta.

“Il Progetto White Energy Week è un’occasione per ENEA di aiutare il sistema educativo favorendo il trasferimento di conoscenza e cercando di rispondere alle esigenze di una scuola sempre più innovativa e inclusiva – commenta il Responsabile della Divisione “Servizi Integrati per lo Sviluppo Territoriale” (DUEE-SIST) dell’ENEA, Mauro Marani – L’ENEA, con diverse iniziative, cerca di dare un contributo alla promozione dei temi dell’efficienza energetica e della sostenibilità soprattutto rivolgendosi ai giovani studenti per la crescita dell’intera collettività”.

“Il progetto, realizzato nel corrente anno scolastico in modalità a distanza – afferma il Vice Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, Bruno Di Palma – consente agli studenti dei Licei coinvolti di arricchire ulteriormente il proprio percorso scolastico con un’attività di PCTO focalizzata su una tematica di estrema attualità, quale l’efficienza energetica, avvicinandosi nel contempo a professioni legate alla “green economy”.

Come valore aggiunto ed ulteriore elemento di novità di questa edizione, gli studenti si cimenteranno nella diagnosi energetica dell’edificio scolastico sede del Liceo frequentato, quella che di fatto è la loro “seconda casa”, anche in questo particolare momento storico, nonché un bene della collettività di cui fanno parte. Ringrazio quindi SEASIDE ed ENEA – prosegue il Vice Direttore Generale – per aver deciso di portare avanti la collaborazione con le scuole della regione per la realizzazione del progetto, contestualizzando la modalità attuativa alla contingente situazione emergenziale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Uccide la moglie malata poi chiama i Carabinieri, dramma a Vignola

  • Cronaca

    Castelvetro, operaio ferito nel cantiere dell'ex Vecchia Cantina

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento