Lunedì, 20 Settembre 2021
Aziende Via Luigi Albinelli

Mercato Albinelli, restauro per la fontana e i banchi del pesce

Lo ha annunciato il sindaco Muzzarelli nel corso di un’assemblea del mercato coperto. Intervento da 40 mila euro entro fine anno, dopo l’ok della Soprintendenza

I banchi dell’ex pescheria e la fontana in lapideo da cui la “Fanciullina con canestro di fiori”, opera in bronzo dello scultore Giuseppe Graziosi, sorveglia gli spazi del Mercato Albinelli a Modena, saranno oggetto di intervento di restauro conservativo.

Ad annunciarlo è stato oggi, lunedì 21 giugno, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli nel corso di un’assemblea con i rappresentanti del mercato coperto. Il progetto di intervento, del valore di circa 40 mila euro, sarà sottoposto alla Soprintendenza per ottenerne il parere sui lavori e sul futuro utilizzo, e i lavori partiranno entro fine anno.

L’intervento prevede la pulitura, il trattamento biocida, la risarcitura delle microlesioni e il restauro degli storici banchi del pesce (le tre vasche centrali un tempo utilizzati per la vendita del pesce), i supporti e la pavimentazione su cui alloggiano, della fontana al centro del mercato e della statua presente in sommità. La fontana è infatti costituita da una statua di bronzo, che raffigura una fanciulla con un cesto ricolmo di frutta nel braccio destro e un mazzolino di spighe nella mano sinistra, e dal basamento su cui poggia, al centro di una vasca di forma quadrilobata, anch’essa disegnata da Graziosi.

In particolare, il restauro avverrà in più fasi operative: tutti gli elementi in materiale lapideo e marmoreo, saranno oggetto di lavori di pulitura, con l’eliminazione di depositi attraverso impacchi con prodotti ad adeguata diluizione, l’utilizzo di spazzolini specifici, spugne e spruzzatori manuali, da ripetere in più fasi nel caso di sporco ostinato. È previsto inoltre un trattamento biocida contro funghi, batteri e alghe e l’intervento verrà perfezionato con l’ausilio di getto di vapore a caldo. I lavori riguarderanno anche il consolidamento localizzato di eventuali frammenti distaccati o pericolanti e la verifica della stabilità strutturale degli elementi, oltre al risanamento delle lacune e alla stuccatura di fessurazioni, lesioni e fughe. È prevista infine la stesura di un prodotto protettivo. Gli elementi metallici incongrui verranno rimossi, mentre quelli da mantenere saranno oggetto di restauro e verranno ricollocati nelle sedi originarie.

La statua in bronzo, su cui non si rilevano degradi significativi, sarà oggetto di una pulitura superficiale necessaria a rimuovere lo sporco senza alterare la “patina nobile antica”, per poi eseguire, se necessario, un trattamento protettivo finale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato Albinelli, restauro per la fontana e i banchi del pesce

ModenaToday è in caricamento