Datteri | Proprietà benefiche e controindicazioni del frutto tra i più calorici

Immancabili sulle tavole imbandite nel periodo natalizio, i datteri sono salutari o dannosi per la nostra salute? Ecco le risposte

Il dattero è il frutto della palma da dattero (Phoenix Dactylifera) albero capace di vivere oltre i 300 anni coltivato soprattutto in Medioriente, nell'Africa mediterranea e, negli ultimi anni, anche negli Stati Uniti. Presenta un frutto carnoso e oblungo del quale esistono numerose varianti accomunate dagli elevati valori nutrizionali: la banca dati dell’istituto europeo oncologico riporta un quantitativo di più di 30 gr di zuccheri per 100 gr di prodotto fresco. Per la variante essiccata inevce (più comune in Italia) il valore energetico è di 287 kcal per 100 grammi, decisamente non dietetico!

E’ un frutto molto ricco di zuccheri come glucosio, fruttosio e saccarosio, Vitamina A e B, sali minerali quali calcio e potassio, elementi che rendono il dattero uno dei frutti con maggiori proprietà benefiche. Vediamo quali!

Segreti in cucina | La ricetta dei biscotti con i datteri e la frutta secca che vi hanno regalato a Natale

Le proprietà benefiche

I datteri sono frutti nutrienti dalle molteplici proprietà benefiche tra le quali:

Rimedio contro la stitichezza

Se consumati freschi e non disidratati, i datteri, ricchissimi di fibra, possono rivelarsi fondamentali all’apparato digestivo in caso di stitichezza, migliorandone la regolarità intestinale.

 Proprietà antinfiammatorie

Il consumo di datteri è associato a una minore produzione di molecole pro-infiammatorie, in particolare per l’apparato respiratorio.

Salute cardiovascolare

 Grazie all’alta percentuale di potassio, i datteri sono un vero e proprio toccasana per la salute cardiovascolare. Senza esagerare dati gli alti valori nutrizionali il potassio unito al sodio contenuto nei datteri contribuisce ad un miglior equilibrio idro-salino del corpo, ad un ritmo cardiaco e pressione arteriosa regolari.

 Proprietà antiossidanti

I datteri contengono una discreta quantità di molecole chiamate carotenoidi. Quest’ultime sono la base dell’attività antiossidante dei datteri poichè capaci di inattivare i radicali liberi presenti a livello cellulare. Tuttavia, nei datteri disidratati, il quantitativo di carotenoidi non è molto elevato.

Proprietà energizzanti

Essendo i datteri frutti ricchi di zuccheri immediatamente disponibili, le proprietà energizzanti che ne derivano sono elevatissime. E' pertanto consigliato consumarli  prima di un allenamento sportivo o durante un’attività fisica di media-elevata durata.

Controindicazioni e avvertenze

Vere e proprie controindicazioni non ce ne sono, sebbene, date le alte percentuali di zuccheri e calorie, bisogna porre particolare attenzione e moderare la consumazione di questo piccolo ma super nutriente frutto. In particolare la variante disidratata se consumata in abbondanza può apportare conseguenze dannose a chi soffre di patologie come il diabete o sovrappeso. Pertanto si consiglia di non consumare più di 4 o 5 datteri al giorno, di limitare ulteriormente l’assunzione in caso di patologie e di completare il pasto con cibi ricchi di grassi salutari e fibre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aumento dei contagi a Modena, Bonaccini: “Pronto a firmare nuove ordinanze”

  • In Emilia-Romagna la prima zona "arancione scuro" per alcuni comuni, domani l'ordinanza

  • Tragedia sulla Complanare, Carabiniere motociclista perde la vita in un incidente

  • Covid, 497 contagi e 24 ricoveri oggi in provincia. Tanti casi nel distretto ceramico

  • Coronavirus, altri 2.610 nuovi casi in Emilia-Romagna. Positivo un tampone su dieci

  • Coronavirus, in crescita tutti gli indicatori in Emilia-Romagna. Oltre 500 casi a Modena

Torna su
ModenaToday è in caricamento