La dieta chetogenica. I vantaggi e gli svantaggi di una delle diete più discusse

Una dieta che consente di ridurre la massa grassa intaccando pochissimo la massa magra, ma le controindicazioni sono numerose

Con l'arrivo dell'estate nellarubrica Benessere ci occupiamo anche di diete, e in questi decenni ne sono state createdi numerose, e dopo aver trattato la Dieta Dissociata e la Dieta a Zone, parliamo oggi della Dieta Chetogenica.

Che cos'è ? 

La dieta chetogenica, detta in inglese Keto Diet, si basa sulla riduzione dei carboidrati al fine di portare l'organismo a produrre chetoni, ovvero le sostante che si ottengono dalla scomposizione metabolica dei grassi nel fegato. Questo avviene perchè mancando l'apporto adeguato di carboidrati, ecco che il corpo tende a scomporre proteine e lipidi, portando così al dimagrimento, cioè a perdere la massa grassa e a preservare la massa magra (i muscoli).

A chi è rivolta ? 

Può essere utile per chi soffre di epilessia resistente ai farmaci, ma solo su prescrizione del medico. E in generale si può fare ma ha molte controindicazioni, che vedremo insieme. Più in generale potrebbe essere utile per gli sportivi che praticano body building, per chi soffre di patologie specifiche legate al sovrappeso, all'obesità e alle patologie metaboliche, e chi soffre di diabete di tipo 2, mentre al contrario è da non fare assolutamente per chi soffre di diabete di tipo 1, e ovviamente per chi ha problemi a fegato e reni, per chi è in gravidanza e chi in fase di pubertà. Ma in tutti questi casi è necessario farsi prescrivere la dieta da un medico.

Gli alimenti

Tra gli alimenti che ovviamente bisognerebbe evitare vi sono pasta, riso, pane, pizza, gelato, bevande zuccharete, carote, piselli e patate.

Tra gli alimenti che invece si consigliano potremmo dire tutti gli altri, ovvero tutti quelli senza carboidrati, cioè dal pesce alla carne, dai formaggi alle verdure (tranne quelle dette prima), dalla frutta fresca alla frutta secca, e ovviamente l'olio extravergine d'oliva.

Farla o non farla ? 

Questa è un'altra domanda su cui si sono scritti fiumi di parole, specialmente negli ultimi tempi. Come detto in precedenza si tratta di una dieta che bisognerebbe seguire per un periodo limitato di tempo. Infatti, a fronte del vantaggio spiegato all'inizio, ovvero che grazie ad essa si perdono chili di massa grassa più rapidamente rispetto a quello che avviene nelle altre diete senza toccare, apparentemente, la massa magra, al tempo stesso però essa nel medio-lungo periodo stimola la creazione di acetone e simili, che in quantità non normali porta ad acidosi metabolica. Le conseguenze infatti possono essere disturbi gastro-intestinali, ipoglicemia, alitosi, mal di testa e simili.

In tutti questi casi è necessario sempre rivolgersi al proprio medico o ad uno specalista e farsela prescrivere dopo attenta analisi della condizione fisica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In balia della corrente sul materassino, due ragazzi modenesi salvati in Salento

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Lieve scossa di terremoto sull'Appennino modenese

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento